Nel territorio eugubino è entrato in funzione il primo impianto eolico che immette elettricità in rete. Infatti "ènostra", cooperativa energetica che offre energia elettrica 100% rinnovabile, etica e sostenibile, ha appena inaugurato il suo primo impianto eolico collettivo. Realizzato in località Cerrone, nella zona del buranese, tra le frazioni comunali più distanti dal capoluogo, lontano dai centri...

Nel territorio eugubino è entrato in funzione il primo impianto eolico che immette elettricità in rete. Infatti "ènostra", cooperativa energetica che offre energia elettrica 100% rinnovabile, etica e sostenibile, ha appena inaugurato il suo primo impianto eolico collettivo.

Realizzato in località Cerrone, nella zona del buranese, tra le frazioni comunali più distanti dal capoluogo, lontano dai centri abitati e fuori dalla fascia di rispetto dei crinali e della viabilità panoramica, produrrà annualmente 2GWh di energia elettrica, sufficiente a soddisfare la domanda di 900 famiglie, evitando l’emissione di 878 tonnellate di CO2 all’anno prodotta dall’uso di combustibili fossili. Alla cerimonia, svoltasi nel CVA di Mocaiana, hanno partecipato tra gli altri Sara Capuzzo, presidente di "ènostra", il sindaco di Gubbio Filippo Stirarti (entrambi nella foto), il senatore Gianni Girotto, presidente di Legacoop e Nazareno Gabrielli, vice direttore di Banca Etica, che ha sostenuto il progetto. "L’entrata in funzione dell’impianto ‘Il Cerrone’ – ha commentato la Presidente Sara Capuzzo - è un importante traguardo per ènostra e per quanti hanno voluto e creduto in questo progetto. La crisi climatica è già in atto, non c’è più tempo da perdere, tutti noi dobbiamo agire ora". Ha quindi aggiunto: "Con la produzione collettiva intendiamo dare un messaggio politico forte che pone al centro i territori e i loro bisogni, in contrapposizione all’approccio estrattivo dei colossi fossili".

"La prospettiva della comunità energetica con la realizzazione di questo primo segno importante della pala eolica nel nostro territorio- il commento del Sindaco Stirati - è un percorso che ci attira da un punto di vista istituzionale, anche perchè contempla uno scenario di condivisione tra istituzioni, cooperative, cittadini e associazioni che è forse il più rassicurante per i traguardi di carattere sostenibile che intendiamo proporci". La pala installata in località Il Cerrone, è il primo di una serie di progetti che sono già in cantiere, a cui è possibile partecipare.

g.b.