"I giornali educano e fanno crescere"

Perugia Pratiche sas, agenzia specializzata in pratiche di mobilità su strada, apre una nuova sede a Perugia. Grazie alla sua rete di partner, offre assistenza professionale per varie pratiche. La titolare sostiene l'iniziativa de La Nazione, ritenendo il giornalismo fondamentale per combattere le fake news e promuovere la cultura.

"I giornali educano e fanno crescere"
"I giornali educano e fanno crescere"

Perugia Pratiche sas nasce a Ponte Felcino di Perugia, dove tutt’oggi mantiene la sua sede principale e da inizio 2022 anche nella nuova sede di Perugia (San Sisto via Dottori 90). Grazie alla sua estesa rete di partner che comprende i più rilevanti concessionari auto e moto presenti su tutto il territorio perugino, è diventata un punto di riferimento per tutti coloro che cercano un supporto effettivo all’adempimento e disbrigo di pratiche inerenti il settore della mobilità su strada. È possibile infatti trovare nell’agenzia il personale esperto e sempre disponibile che fornirà al cliente un’assistenza professionale per ottenere in modo rapido, evitando inutili lungaggini, documenti come: passaggi di proprietà, nazionalizzazioni veicoli esteri, rinnovo patenti, prenotazioni revisioni e collaudi online, immatricolazioni e targatura ciclomotori, demolizioni per esportazioni, pagamento bolli, auto licenze in conto proprio, consulenze automobilistiche visure pra.

Perchè affiancare l’iniziativa de La nazione? "Si tratta di un progetto – spiega Cinzia Cappannelli titolare insieme a Moreno Vantaggi della Perugia Pratiche sas – che ci ha subito affascinati. "ìUn’iniziativa che incontra tutto il nostro apperzzamento, perché utile alla crescita e alla formazione degli studenti, sempre meno abituati alla lettura e all’uso della carta. Il giornalismo è, da questo punto di vista, la migliore risposta possibile alle fake news e a tante altre degenerazioni che solo la cultura, la verifica delle fonti e la passione di chi si occupa di informazione con scienza e coscienza può evitare e combattere. E allora auguriamo a tutti i ragazzi coinvolti di vivere nel migliore dei modi questa esperienza, nella consapevolezza che conoscere il mondo del giornalismo è il primo fondamentale passo per essere dei buoni lettori".