Doppia truffa: denunciati i responsabili

Due casi di truffa a Orvieto: un 50enne e una 41enne vittime di un raggiro. Una 45enne identificata come responsabile del primo caso, un trentenne del Napoletano per il secondo. Le indagini hanno portato alla denuncia dei responsabili.

Doppia truffa: denunciati i responsabili
Doppia truffa: denunciati i responsabili

Ancora nuovi casi di truffa. Il primo si è verificato quando un 50enne di Orvieto ha messo in vendita on line il suo computer portatile; dopo alcuni giorni, si è fatta viva un’acquirente che, con vari messaggi su whatsapp, gli ha promesso di acquistare il computer per 800 euro. La donna gli ha chiesto di inviare il computer al suo indirizzo, in Calabria, e, come garanzia, gli ha inviato la ricevuta del bonifico e la mail della sua banca che dava atto dell’avvenuto versamento. Dopo aver visto le ricevute, il 50enne ha inviato il computer, tramite un corriere; pi soldi, prò, non arrivavano e ha cercato di contattare la donna: lei aveva ricevuto il pc e non dava più nessuna risposta. Resosi conto di essere stato truffato, ha sporto denuncia. Sonos cattate le indagini: identificata la responsable del raggiro, una 45enne residente in Calabria che era già stata denunciata numerose volte, sempre per truffa, in svariate regioni italiane. L’altro caso riguarda quanto è accaduto ad una 41enne che ha ricevuto sulla propria utenza un messaggio di testo con link ipertestuale che solitamente viene utilizzato dalla propria banca per inviarle notifiche. La donna ha aperto il link ed è stata informata che una nuova modalità di accesso era stata associata al suo conto; ha seguito la procedura richiesta e, poco dopo, ha ricevuto una chiamata da una utenza cellulare con la quale è stata informata che la procedura seguita era un errore del sistema e le è stato raccomandato di non accedere al servizio di home banking prima di 24 ore. Ha rispettato l’invito e, il giorno dopo, quando ha chiamato il call center della propria banca, ha scoperto che era stato fatto un prelievo di 5mila euro. La donna ha sporto denuncia. Le indagini sono state difficoltose ma gli investigatori sono riusciti denunciare un trentenne del Napoletano.