Carnevale e San Valentino. La Finanza intensifica i controlli: multe e denunce

Gli agenti hanno individuato (e sequestato) in alcuni negozi maschere e accessori non in regola e senza i necessari requisiti di conformità.

Carnevale e San Valentino. La Finanza intensifica i controlli: multe e denunce
Carnevale e San Valentino. La Finanza intensifica i controlli: multe e denunce

Gli agenti della Guardia di Finanza di Terni, diretto dal colonnello Mauro Marzo, hanno messo intensificato i controlli in occasione dei imminenti festeggiamenti del carnevale e in vista delle iniziative programmate nell’ambito degli “eventi Valentiniani 2024”. L’obiettivo è prevenire e contrastare ogni forma di abusivismo e contraffazione e del commercio di prodotti potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori. Così i militari di Terni e Orvieto hanno individuato, posti in vendita in alcuni esercizi commerciali delle due città prodotti non sicuri, quali maschere e accessori per il carnevale, oggettistica varia e giocattoli, privi dei necessari requisiti di conformità e sicurezza, oltre che delle indicazioni di provenienza degli stessi, in violazione del “Codice del Consumo” (D. Lgs. 206/2005) e della speciale normativa sui giocattoli (D.lgs. 54/11). I prodotti, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo in quanto privi delle istruzioni e avvertenze per l’uso, delle informazioni minime per il consumatore finale relative alla sicurezza, alla qualità, alla composizione e all’origine dei prodotti, ritenuti indispensabili per un corretto utilizzo in piena sicurezza. Ai titolari degli esercizi commerciali, responsabili delle violazioni amministrative, sono state irrogate sanzioni amministrative per un importo che va da un minimo di € 1.500 euro a un massimo € 35.823 euro. Inoltre, nell’ambito dei controlli su strada, gli agenti di Terni hanno intercettato ad Amelia un cittadino di origini senegalesi che trasportava nella sua auto dei sacchi contenenti 70 capi di abbigliamento e calzature riproducenti marchi contraffatti di famose griffe. È scattata quindi la segnalazione all’autorità giudiziaria e la merce è stata posta sotto sequestro.

"L’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Terni e dalla Tenenza di Orvieto – sottolineano le fiamme gialle –, conferma il costante impegno del Corpo nell’attività di prevenzione e repressione degli insidiosi fenomeni della contraffazione e del commercio di prodotti non conformi e non sicuri, con il duplice fine di salvaguardare l’incolumità dei consumatori e garantire il rispetto della vigente normativa di settore, a tutto vantaggio degli operatori economici corretti".