“Non ha mai lavorato un giorno in vita sua”. Bandecchi indagato per diffamazione all’assessore Coletto

L’accusa relativa a dichiarazioni pronunciate il 14 novembre del 2022. L’indagine ha riguardato alcune frasi pronunciate in una conferenza stampa e relative alla costruzione del nuovo stadio da parte della Ternana calcio

Stefano Bandecchi

Stefano Bandecchi.

Terni, 21 febbraio 2024 – Stefano Bandecchi è indagato per diffamazione ai danni dell'assessore regionale alla sanità dell'Umbria, Luca Coletto, per alcune frasi pronunciate in una conferenza stampa e relative alla costruzione del nuovo stadio da parte della Ternana calcio della quale era legale rappresentante, prima quindi di essere eletto sindaco.

Reato che gli è contestato nell'avviso di conclusione delle indagini, atto notificato dal pubblico ministero quando ritiene di non dover procedere all'archiviazione del procedimento. La notizia è riportata dal Messaggero.

L'accusa è relativa a dichiarazioni fatte da Bandecchi il 14 novembre del 2022. L'indagine, dopo una denuncia dell'assessore regionale, ha riguardato tra l'altro una frase riferita al progetto clinica-stadio bocciato dalla Regione. Bandecchi aveva parlato di "angherie della Regione dove ci sono stati venticinque pareri positivi e uno negativo, di uno che arriva dal Veneto e non ha mai lavorato un giorno in tutta la sua vita”.

Per la procura di Terni un "implicito ma inequivocabile riferimento” a Coletto e alla sua qualifica di responsabile della sanità regionale.