Una fortuna del Diavolo, la Dea trema. Sarà Milan-Slavia, lo Sporting per Gasp

Pioli ’pesca’ bene ed evita Liverpool e Leverkusen. Ma prima lo scontro diretto tra le due in campionato

Una fortuna del Diavolo, la Dea trema. Sarà Milan-Slavia, lo Sporting per Gasp

Una fortuna del Diavolo, la Dea trema. Sarà Milan-Slavia, lo Sporting per Gasp

L’urna di Nyon ha sorriso al Diavolo mentre non farà dormire sonni tranquilli alla Dea: i sorteggi dei prossimi ottavi di finale di Europa League, tenutisi ieri, hanno deciso che i nerazzurri ritroveranno sul loro cammino lo Sporting Lisbona, avversario già incontrato nella fase a gironi (vittoria per 2-1 in Portogallo e 1-1 a Bergamo), mentre il Milan se la vedrà con lo Slavia Praga, avversario decisamente più abbordabile di Liverpool e Leverkusen.

Le gare di andata si svolgeranno il 7 marzo (l’Atalanta anticiperà il 6 in trasferta per un problema di sovrapposizione con il Benfica che rispetto alla connazionale conserva lo slot del giovedì in virtù di un migliore piazzamento in campionato), quelle di ritorno invece la settimana successiva: "In fondo al sorteggio avevamo il 50% di possibilità di trovare il Bayer, è andata bene, ma non dobbiamo sottovalutare lo Slavia, è una squadra solida. Hanno fatto un girone importante con la Roma, quindi dobbiamo prepararci al meglio: in Europa bisogna avere rispetto di tutti e il Milan deve puntare ad andare lontano. Se stiamo bene possiamo giocarcela con tutti, abbiamo la qualità per ambire a grandi traguardi" le parole del vicepresidente onorario Franco Baresi.

Prima di pensare agli ottavi di Europa League, però, la compagine rossonera e la Dea dovranno concentrarsi sul campionato che le vedrà una contro l’altra domani sera in un San Siro bollente, pronto a riaccogliere il grande ex De Ketelaere, deludente nella sua avventura con la maglia del Diavolo e oggi uomo di punta tra le fila di Gasperini. "Abbiamo seguito il sorteggio senza ansia ma con la volontà di proseguire un percorso che può darci soddisfazioni. L’avversario è valido, anche se dovremo ancora conoscerlo meglio: ha fatto un bel girone di qualificazione e sarà una gara da affrontare con concentrazione. Vincere l’Europa League? Quando si gioca in una società come il Milan c’è sempre la voglia di dare tutto e raggiungere la vittoria" il pensiero di Matteo Gabbia.

Maggiore cautela in casa bergamasca, così come ha spiegato il dg Umberto Marino: "Noi li conosciamo ma anche loro noi, sicuramente è un avversario di grande valore. Lo Sporting è una squadra che ha grande esperienza internazionale, non potremmo mai sottovalutarli: per noi arrivare in Europa, che sia Conference o Champions, è come vincere uno scudetto. Poter portare l’Atalanta in giro per l’Europa è motivo di grande soddisfazione".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su