Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Mens Sana avanti tutta! Livorno ko I biancoverdi volano in semifinale

LIBURNIA

56

MENS SANA

80

LIBURNIA: Pardini, De La Cruz, Nachi, Martelli 2, Brunelli 13, Ristori 6, Mannucci 2, Bonciani 22, Bellavista 11, Parra, Tassara, Ferretti. All. Pardini.

MENS SANA: Menconi 4, Pannini 13, Iozzi 11, Sprugnoli 6, Giorgi 2, Allemann 8, Milano 5, Sabia 9, Santini 3, Bovo 4, Tognazzi 15. All. Binella.

Arbitri: Celentano, Natucci.

Parziali: 16-18, 30-40, 48-55.

LIVORNO – La Mens Sana è in semifinale. Alla Palestra La Bastia, accompagnata da un buon manipolo di tifosi, la formazione di coach Binella piega 80 a 56 la Liburnia e stacca il pass per il prossimo turno. Come tre giorni prima al Palaestra, anche in gara 2 l’ampio divario finale matura nel quarto periodo; i tentativi di fuga precedenti erano stati tutti stoppati dalla volenterosa squadra di casa, molto attiva a rimbalzo offensivo ancorché largamente imprecisa nel tiro dalla lunga distanza. La Mens Sana non paga dazio al buon numero di palle perse (22, gran parte delle quali nel primo tempo), ma trova di volta in volta il protagonista giusto per fare male e ricacciare indietro gli avversari. A partire dall’avvio di gara, quando Binella è costretto a chiedere timeout dopo appena due minuti, avendo visto due errori al tiro e tre palle regalate. Il coach ricava subito risposte: contro parziale di 7-0, firmato da Sabia e Allemann, e primo vantaggio biancoverde. Brunelli riporta i suoi avanti, poi finalmente si rivede Tognazzi dopo le tre giornate di squalifica: firma sette degli ultimi nove punti del periodo, contribuendo a farlo chiudere avanti di due alla Mens Sana. Due canestri di Iozzi aprono un secondo periodo caratterizzato da svariati rimbalzi offensivi della squadra di casa; gli uomini di Pardini però non traggono profitto dal grande numero di extra possessi, continuando a litigare imperterriti con il tiro da tre. La tripla di Sprugnoli per il +7, poi un bel contropiede di Pannini e due cesti di Sabia per il +13, prima di un finale di tempo piuttosto convulso nel quale la Mens Sana spreca alcune opportunità per allungare ulteriormente il margine. Cosa che non fa in avvio di terzo periodo, quando con una tripla di Iozzi tocca il +15 (47-32), peraltro subito rintuzzato da quattro punti in fila di Bonciani. Altro tentativo di fuga, quando cinque punti di Pannini e un appoggio comodo di Bovo consegnano il +14. Da qui però parte un parziale di 8-1 Liburnia per concludere il terzo periodo e trovare quell’energia che permette di rientrare in partita quando Bellavista segna la tripla del +5 (52-57). È però l’ultimo guizzo della squadra di Pardini: la Mens Sana replica con un perentorio 16-0, ispirato dalle triple di Pannini, da un gioco da tre punti di Allemann, da una spingardata di Sprugnoli. Quando il tabellone scrive 73-52 per la truppa di Binella è già tempo di pensare alla semifinale. Stefano Salvadori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?