Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
1 mag 2022

L’Acea Virtus è in palla ma non basta Montecatini si impone faticando molto

1 mag 2022

HERONS

90

ACEA

67

HERONS: Paunovic 5, Laffitte 9, Obiekwe 10, Galli 12, Lupi 4, Giancarli 4, Dell’Uomo 9, Lepori, Casoni 15, Cherubini 11, Radunic 11. All. Barsotti.

ACEA VIRTUS: Bartoletti 3, Cannoni ne, Avdiu, Bianchi, Calvellini 3, Cacciatori 7, Olleia 12, Lenardon 17, Imbró 4, Nepi 12, Zambonin 6, Costantini 3. All. Spinello.

Parziali: 19-17; 40-32; 65-57.

MONTECATINI TERME – Una prestazione di alto livello non basta all’Acea per conquistare gara 1. I rossoblu ci provano fino in fondo uscendo con un divario più che bugiardo, maturato solo nelle battute conclusive di un match equilibratissimo. Ottima la partenza della Virtus che si porta sullo 0-5 grazie a due liberi di Nepi e alla tripla di Costantini. Gli Herons trovano il primo canestro con capitan Giancarli ed a 6’ dal termine del quarto si portano in vantaggio grazie a Radunic. È il neo acquisto Cacciatori a riportare avanti l’Acea, ma dall’altra parte Cherubini punisce la difesa senese per il +5 Herons. La Virtus è in partita nonostante un arbitraggio discutibile e la tripla di Lenardon porta i senesi al primo intervallo a -2.

Al rientro in campo la Virtus confeziona un mini break di 0-7 propiziato da Lenardon e si porta avanti 19-24. I termali replicano dalla lunetta perché l’Acea dopo 2’ è già in bonus e prima Obiekwe e poi Dell’Uomo ribaltano di nuovo il punteggio (28-27 Herons). I locali toccano nuovamente il +5 con Paunovic costringendo coach Spinello al time out. Zambonin e Olleia rispondono per le rime e la Virtus rientra a -2. Nel finale i locali sono bravi a conquistarsi un piccolo vantaggio con Cherubini e Casoni che colpiscono dalla media portando al riposo lungo la formazione termale sul punteggio di 40-32. I locali toccano il +10 in avvio di ripresa ma la tripla di Nepi riporta la Virtus a -7. I senesi hanno una grandissima energia e rientrano prepotentemente in partita con i canestri di Olleia e Zambonin, ma sono di nuovo alcuno fischi arbitralia permettere alla formazione locale di ritrovare fiato: sono Paunovic e Galli che segnano i canestri che consentono di volare a +12, ma Lenardon e Nepi non ci stanno e si va all’ultimo intervallo sul 65-57 Herons. L’energia di Cacciatori è un fattore per Virtus che torna di nuovo a -6 (67-61) grazie alle giocate dell’ultimo arrivato. Gli Herons però riescono di nuovo ad allungare: sono Cherubini e Casoni a firmare il +15 termale (76-61). Lenardon e Nepi replicano dai 6,75 ma ormai gli Herons hanno azzannato il match. Gara2 mercoledì alle 21,15 al PalaPerucatti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?