Siena-Lecco (foto Dipietro)
Siena-Lecco (foto Dipietro)

Siena, 26 gennaio 2020 - Uno dei peggiori Siena dell’intera stagione pareggia al Franchi con il Lecco nonostante mezzora abbondante in superiorità numerica e il vantaggio a metà ripresa firmato Arrigoni. La prestazione del Lecco di D’Agostino è stata però nettamente superiore e sono proprio i lombardi a mangiarsi le mani per la mezza dozzina di occasioni dilapidate. Per il Siena è invece la conferma del momento di evidente involuzione. La prima occasione della gara è per Bastrini, sinistro deviato da Confente (4’).

La risposta è nel destro di D’Auria (12’) e nell’occasione di Guidone. Il centravanti, servito da Serrotti, ignora D’Auria e calcia. Bravo Livieri a deviare. Al 20’ la palla gol è ancora più clamorosa: cross di Lombardo per la testa di Guidone, sfera che arriva a D’Auria che calcia di prima intenzione. Provvidenziale Milillo che stoppa la conclusione a botta sicura. Fall ne lato opposto del campo vince un contrasto con Buschiazzo e serve Negro: la conclusione è rinviata. Nel finale di tempo altra opportunità per il Lecco, stavolta con Negro. Buschiazzo ci mette una pezza con fatica. Ci prova anche Giudici (41’) ma Confente c’è. Ad inizio ripresa il portiere di Dal Canto è attento su Fall, lanciato da Strambelli. Da quel momento solo Lecco: all’8’ Negro manda alto il pallonetto.

I lombardi si divorano il vantaggio anche al 15’: Negro centra il palo, sulla respinta Carissoni calcia fiaccamente addosso a Confente che viene graziato. Subito dopo gli ospiti restano però in 10 per il secondo giallo al difensore centrale Bastrini. Il Siena a quel punto la sblocca, con esperienza e fortuna. Bobb atterra Arrigoni in area. È rigore. Lo stesso numero 4, oggi schierato da regista con Gerli mezzala, segna dal dischetto. Succede però lo stesso dall’altra parte: Buschiazzo affonda Giudici in area. Strambelli fa 1-1. Nel finale è sempre la squadra di D’Agostino ad essere pericolosissima: Maffei fallisce il punto del meritato sorpasso (43’) calciando a lato una sorta di rigore in movimento. Icardi invece alza troppo nel recupero. E la Robur esce tra i fischi di un delusissimo Franchi.
 

Tabellino

ROBUR SIENA (4-3-1-2)
Confente; Lombardo, Buschiazzo, D’Ambrosio, Migliorelli (1’st Panizzi); Vassallo (21’st Icardi), Arrigoni, Gerli (34’st Da Silva); Serrotti (6’st Campagnacci); Guidone, D’Auria (34’st Ortolini).
Panchina: Ferrari, Marcocci, Guberti, Romangoli, Oukhadda, Andreoli, Argento.
Allenatore Dal Canto
LECCO (3-4-3)
Livieri; Milillo, Malgrati, Bastrini; Carissoni, Bolzoni, Bobb, Giudici (39’st Lisai); Strambelli (39’st Merli Sala), Fall (34’st Maffei), Negro (21’st Procopio).  
Panchina: Safarikas, Forte, Pastore.
Allenatore D’Agostino.
Arbitro D’Ascanio di Ancona (Pompei Poentini-Teodori).
Reti: 24’st Arrigoni (rig), 30’st Strambelli (rig.).
Recuperi: 1 e 5.
Angoli: 5-5
Ammoniti: Bolzoni, Bastrini, Buschiazzo.
Espulso: Bastrini 17’st.
Spettatori: 1971 abbonati (458 paganti).