Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 giu 2022

Mps, guerra con Bastianini e Bivona. L’inchiesta ‘segreta’ a una svolta

A Milano la banca si oppone alla richiesta d’archiviazione nei confronti dell’ex ad e del ‘grande accusatore’

16 giu 2022
pino di blasio
Economia
L’ex amministratore delegato di Banca Mps, Guido Bastianini
L’ex amministratore delegato di Banca Mps, Guido Bastianini
L’ex amministratore delegato di Banca Mps, Guido Bastianini
L’ex amministratore delegato di Banca Mps, Guido Bastianini

Siena, 17 giugno 2022 - L’udienza davanti al gip Sofia Fioretta è fissata a Milano il 14 luglio. Il giudice dovrà decidere se accogliere l’opposizione di Banca Mps alla richiesta di archiviazione presentata dai pm Paolo Filippini e Giovanni Polizzi, dell’indagine che vede indagati, da più di un anno, l’ex amministratore delegato del Monte, Guido Bastianini, e Giuseppe Bivona, ’dominus’ di Bluebell Partner e grande accusatore degli ex vertici Mps, in particolare Alessandro Profumo e Fabrizio Viola. L’ipotesi di reato è manipolazione del mercato e insider trading, sarebbero coinvolti anche giornalisti. L’inchiesta tenuta segreta a Milano per un anno, è stata rivelata da Emiliano Fittipaldi, con un articolo su "Domani". Che ripercorre le ’relazioni particolari’ tra Bastianini e Bivona, iniziate prima che il manager diventasse ad delegato del Monte, a maggio 2020. E fa emergere uno scenario di contatti, fughe di notizie, articoli che anticipavano piani industriali, lanci di agenzia su utopistici aumenti di capitale grazie all’emissione di bond Mps, che riassumono la convivenza impossibile tra la presidente Patrizia Grieco e la maggioranza del consiglio d’amministrazione, con l’ex ad e i suoi supporter nella struttura della banca e nel cda. I legami con i deputati 5Stelle, le forzature sul piano ’stand alone’, i ripetuti tentativi di trovare un accordo sulle richieste di risarcimento danni, soprattutto con i fondi Alken e York, con accantonamenti per centinaia di milioni. Serve ricordare che Giuseppe Bivona è il consulente dei fondi che chiedono danni al Monte e avrebbe vantaggi milionari nel caso di transazioni concordate. Altro punto contestato a Bastianini, l’insistenza nel richiedere azioni di responsabilità nei confronti degli ex vertici Mps. Tutte richieste bocciate dal consiglio d’amministrazione e dall’azionista di maggioranza, il Mef. Il 14 luglio il gip deciderà se chiudere l’inchiesta, anche perché i pm non possono fare approfondimenti perché sono state negate ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?