I soccorsi sono subito intervenuti dopo l’allarme del fidanzato della ragazza
I soccorsi sono subito intervenuti dopo l’allarme del fidanzato della ragazza
Amore travolgente e distacco forzato, dramma e lieto fine. Gli ingredienti ci sono tutti, ma quello visto lunedì sera in Valdelsa non è il capitolo finale di un romanzo rosa di fine ‘800: è la storia vera di due ragazzi travolti da un sentimento più grande di loro, totalizzante, che ha rischiato di finire in tragedia. Per fortuna non è stato così e tutti i protagonisti ora si stanno riprendendo, ma lo spavento è stato forte. Residente nella...

Amore travolgente e distacco forzato, dramma e lieto fine. Gli ingredienti ci sono tutti, ma quello visto lunedì sera in Valdelsa non è il capitolo finale di un romanzo rosa di fine ‘800: è la storia vera di due ragazzi travolti da un sentimento più grande di loro, totalizzante, che ha rischiato di finire in tragedia. Per fortuna non è stato così e tutti i protagonisti ora si stanno riprendendo, ma lo spavento è stato forte. Residente nella nostra provincia lei, in un’altra regione lui, entrambi sui vent’anni e innamoratissimi l’uno dell’altra, i due ragazzi avevano deciso di trascorrere l’ultima notte insieme in un albergo della Valdelsa, prima che lui partisse per tornare a casa.

Una partenza dettata da cause di forza maggiore, che avrebbe significato la fine della loro storia. O anche solo rischiato di significarla, ma la prospettiva dev’essere sembrata insopportabile alla ragazza che, non riuscendo ad accettare neppure l’idea della separazione forzata, ha tentato di suicidarsi ingoiando numerose pastiglie di un farmaco. Erano passate da poco le 23 e non si sa se il ragazzo si è accorto subito di ciò che la sua fidanzata aveva fatto, ma di sicuro se ne è accorto in tempo e il suo allarme, grazie anche alla direzione dell’albergo che si è immediatamente attivata, le ha salvato la vita. Sul posto sono arrivati in pochi minuti un medico del 118, che ha prestato le prime cure alla giovane, e un’ambulanza della Misericordia che l’ha trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Campostaggia, dove è stata salvata. Contemporaneamente sono arrivate sul luogo del tentato suicidio anche due auto dei carabinieri per la ricostruzione dell’accaduto. Il tutto sotto lo sguardo attonito di numerosi e involontari spettattori, sorpresi dagli avvenimenti mentre si stavano godendo un po’ di fresco serale dopo una giornata torrida. I ragazzi ora stanno bene e, giovani come sono, avranno tutto il tempo per riflettere su quello che è successo e capire il senso e la ragione delle cose e della vita. E, perché no, magari riusciranno anche a farlo insieme: in fondo, chissà che non abbia ragione lo scrittore Alessandro Baricco in ’Oceano Mare’ quando dice che "non si è mai lontani abbastanza per trovarsi".

Alessandro Vannetti