Carabinieri
Carabinieri

Siena, 29 maggio 2020 - Lite sul bus per una mascherina indossata male, poi l’allarme furti al Conad in via Pantaneto perché un’anziana aveva perso la borsa. E segnalava una donna travisata con la mascherina protettiva che si aggirava nel locale con fare sospetto. E anche intorno a lei. E’ iniziata così, ieri mattina poco prima delle 10, una caccia alla ladra da parte dei carabinieri con lieto fine. Perché sebbene la ragazza fosse una vecchia conoscenza dei carabinieri, questa volta non aveva compiuto alcun furto. La borsa della signora è stata infatti ritrovata dentro il supermercato. La punta dell’iceberg di episodi che, da ora in avanti, saranno legati alle maschere protettive.

Mancano pochi minuti alle 10. L’ottantenne è una cliente abituale del punto vendita. Si rivolge trafelata a un’addetto perché non trova più la borsa. Vengono chiamati i carabinieri. Sul posto una pattuglia di Siena centro e anche una del Radiomobile. La loro presenza crea apprensione. Con la fine del lockdown, era già nel conto, sarebbero ripresi furti e reati.
La donna nutriva sospetti nei confronti di una ragazza che l’avrebbe seguita dentro il supermercato. Sono scattate le ricerche: la giovane è stata trovata dai carabinieri seduta non molto distante dal Conad. Un centinaio di metri. Tranquilla, non aveva con sé alcuna borsa. E anche se alle spalle risultavano precedenti per furti, questa volta era innocente. Ma dov’era finita allora la borsa? Alla fine è stata ritrovata su uno scaffale del supermercato dove, forse proprio la cliente, l’aveva dimenticata. L’anziana si è scusata con i carabinieri e l’allarme furto (per questa volta) è rientrato.
La.Valde.