Siena, 23 maggio 2019 - "Una gravissima disattenzione": questo dice il procuratore di Siena Salvatore Vitello parlando delle cause dell'incidente avvenuto nella mattina di mercoledì tra Monteriggioni e Badesse, dove un pullman a due piani si è rovesciato finendo fuori strada. Una persona è morta e altre 37 sono rimaste ferite.

Per questo incidente, nella serata di mercoledì, è stato arrestato ai domiciliari l'autista, un 35enne di Castrovillari, che dopo l'incidente era stato interrogato per ore in questura. L'uomo sarà agli arresti in un domicilio che lo stesso indagato dovrà dare. Per venerdì 24 maggio è attesa l'udienza di convalida del provvedimento. 

Vitello ha spiegato che si stanno verificando le ragioni di questa "distrazione rilevantissima". L'ipotesi di reato è omicidio stradale e lesioni stradali plurime. L'uomo non è risultato positivo ai test per verificare se avesse assunto alcol o droga. In corso inoltre gli accertamenti tecnici sulle condizioni della strada e sul mezzo, con controlli alla scatola nera. Sempre venerdì 24 maggio è in programma l'autopsia sulla salma della vittima nell'istituto di medicina legale all'ospedale fiorentino di Careggi.

I FERITI - È salito a 29 persone, in totale, il bilancio dei pazienti presi in carico all'Azienda ospedaliero universitaria Senese in seguito all'incidente stradale dell' autobus avvenuto ieri sul raccordo Siena-Firenze. Da quanto spiegato dalla stessa Aou in una nota nella tarda serata di ieri altre 7 persone si sono rivolte al pronto soccorso dell'ospedale di Siena dove sono «stati ammessi con codice verde». Contestualmente l'Azienda spiega che alle 11 di giovedì «sono stati 19 i pazienti già dimessi dal policlinico Santa Maria alle Scotte» , mentre altri rimangono ricoverati: tra questi 9 si trovano in osservazione in medicina d'urgenza, una nel reparto chirurgico. L'Aou senese ricorda inoltre che «per fornire assistenza ai pazienti e ai loro famigliari, la Prefettura ha messo a disposizione un numero di telefono a cui rivolgersi per informazioni: 0577 201505. L'email dedicata a tale servizio è: protcivile.pref_siena interno.it».