Opposizione all’attacco sulla raccolta differenziata. Senesi: "Persi dieci punti percentuali dal 2019"

La raccolta differenziata a Monteriggioni è scesa dal 68,37% del 2019 al 59,74% del 2023, secondo l'opposizione consiliare, a causa delle scelte sbagliate dell'amministrazione attuale. La giunta Senesi aveva raggiunto picchi vicini all'80%.

Opposizione all’attacco sulla raccolta differenziata. Senesi: "Persi dieci punti percentuali dal 2019"
Opposizione all’attacco sulla raccolta differenziata. Senesi: "Persi dieci punti percentuali dal 2019"

"Circa dieci punti percentuali in meno di raccolta differenziata nel 2023 rispetto al 2019, anno in cui, con la giunta Senesi, ci sono stati mesi durante i quali si registrarono anche picchi vicini all’80 per cento. A Monteriggioni siamo passati dal 68,37 per cento del 2019 al 59,74 del 2023?.

I due consiglieri di minoranza della lista ‘Per Monteriggioni’ Raffaella Senesi (nella foto) e Fabio Lattanzio, commentano così i dati usciti in questi giorni sulla raccolta differenziata nella provincia. "Al contrario, molti comuni, compreso il capoluogo, hanno raggiunto percentuali lusinghiere, o comunque in crescita – prosegue la nota – e oggi l’Agenzia Regionale Recupero Risorse certifica il fallimento dell’attuale amministrazione di Monteriggioni, che ha sbagliato le scelte nella politica di gestione dei rifiuti".

Secondo l’opposizione consiliare, "la scelta del sindaco Frosini di eliminare i riduttori di volumetria per l’indifferenziato, così come gli eco-compattatori per le bottiglie di plastica, e di rifiutarsi di accedere ai bandi che li finanziavano e consentivano di introdurli attraverso il consorzio Copipet (progetto mangia plastica), per i quali la giunta Senesi è stata tra i primi sperimentatori, ci hanno portato al risultato".