L’ambasciatore del golf. Impresa per Bianciardi, più forte della malattia

Il 31enne del Circolo L’Abbadia di Colle terzo negli Emirati Arabi Uniti, nella prova del circuito mondiale riservato agli atleti con disabilità.

L’ambasciatore del golf. Impresa per Bianciardi, più forte della malattia
L’ambasciatore del golf. Impresa per Bianciardi, più forte della malattia

Eccellenza dello sport valdelsano e ora a suo modo anche ‘ambasciatore’ del golf nel mondo. Il poggibonsese Riccardo Bianciardi è salito sul podio in virtù del terzo posto alla recente tappa del G4D Tour, competizione iridata che ha avuto per teatro l’Hamsra Golf Club di Ras Al-Khaimah, negli Emirati Arabi Uniti, un centro di circa 200mila abitanti non lontano da Dubai. Bianciardi, classe 1991, atleta paralimpico della nazionale e tesserato del Circolo del Golf L’Abbadia di Colle di Val d’Elsa, entra a pieno titolo tra i migliori al mondo della disciplina nella categoria Netto. Un’ulteriore impresa per Riccardo, nella sua entusiasmante scalata delle graduatorie.

Tutto ciò a distanza di un paio di anni dal trapianto di rene a cui si era sottoposto. Poi il graduale recupero a livello fisico e della ripresa, fruttuosa, del percorso agonistico. Appena pochi mesi fa, il vertice continentale conquistato in Inghilterra nella sua specialità. Adesso il grande salto, con l’opportunità, poi sfumata per un soffio, di sistemarsi addirittura sul più elevato gradino dell’intero globo. "A un certo punto della sfida – racconta – mi sono trovato in seconda piazza ex aequo a un solo colpo dal leader della classifica parziale. Forse in quel momento si è fatta sentire un po’ l’emozione, unita alla pressione tipica degli istanti decisivi di una gara prestigiosa. Così mi sono dovuto ‘accontentare’ della terza posizione finale. Comunque una bellissima esperienza in una splendida vetrina mondiale per noi golfisti del circuito disabili Edga Dp World Tour. Nel periodo che ha preceduto l’evento, tra il maltempo e l’influenza, non mi sono potuto allenare con regolarità".

Il risultato, però, Riccardo Bianciardi lo ha portato a casa ancora una volta: "Sì, senz’altro e ringrazio la mia famiglia, la mia fidanzata Giovanna, che ha partecipato alla manifestazione nel ruolo di caddy oltre che di prima tifosa, e naturalmente il Circolo del Golf L’Abbadia nei suoi componenti. E tutte le persone che mi sostengono in occasione delle nelle rassegne internazionali nelle quali mi cimento".

A proposito: cosa riserva adesso il calendario agonistico? "I campionati europei a squadre in Germania, per luglio. Tutto è comunque in divenire. Vedremo da qui ai prossimi mesi. Proseguo nella preparazione, in attesa di ulteriori opportunità sul green".