Domani e dopo domani, nel primo pomeriggio, le strade dell’Amiata, sia di quella senese che di quella grossetana, si ‘tingono’ di colore rosa. Passa infatti la carovana del Giro d’Italia Femminile, con una tappa ad Arcidosso. Il percorso delle due tappe ricalca quello dell’anello pensato e...

Domani e dopo domani, nel primo pomeriggio, le strade dell’Amiata, sia di quella senese che di quella grossetana, si ‘tingono’ di colore rosa. Passa infatti la carovana del Giro d’Italia Femminile, con una tappa ad Arcidosso. Il percorso delle due tappe ricalca quello dell’anello pensato e progettato dall’Ambito territoriale turistico proprio per ospitare importanti manifestazioni ciclistiche. Con l’obiettivo, che è anche una speranza, di poter tornare ad avere una tappa del Giro d’Italia dei professionisti.

Sono diverse, quindi, le strade che verrano chiuse momentaneamente alla circolazione dei veicoli, per consentire il passaggio in sicurezza delle atlete. Si tratta sia di quelle provinciali che di quelle dei centri abitati di Abbadia San Salvatore, Castiglione d’Orcia e Piancastagnaio. Il programma del passaggio dei corridori è stato comunque diffuso alla cittadinanza, per limitare al minimo i disagi al transito automobilistico.

"Il passaggio del Giro d’Italia Femminile per noi – ha dichiarato Niccolò Volpini, assessore al Comune di Abbadia San Salvatore, che detiene anche la delega allo sport – è un evento davvero importantissimo, che valorizza il percorso ideato nel 2018".

E’ una manifestazione, questa, che unisce i comuni della zona, che fa sinergia con gli altri comuni dell’Ambito territoriale turistico. Con l’unità sono state trovate le risorse economiche necessarie per ottenere il passaggio di due tappe di questa manifestazione nei comuni della montagna.

M.C.