Energia solare nei Comuni. Il patto per nuovi impianti

Intesa e Finanziaria per lo sviluppo firmano convenzione con ChiantiBanca. L’obiettivo è realizzare pannelli in tutti e 48 i municipi soci della partecipata.

Energia solare nei Comuni. Il patto per nuovi impianti
Energia solare nei Comuni. Il patto per nuovi impianti

’Intesa per l’Efficienza Energetica’ è l’iniziativa dietro la convenzione firmata tra Intesa e Fises, in collaborazione con Chianti Banca. Obiettivo, realizzare almeno un impianto fotovoltaico sugli immobili pubblici di ognuno dei 48 Comuni soci di Intesa. E cedere l’energia elettrica ai Comuni in autoconsumo a un prezzo vantaggioso, costituendo comunità energetiche rinnovabili. L’investimento è a totale carico di Intesa, finanziato da Fises e Chianti Banca. Nessun costo di investimento per i Comuni, energia elettrica autoprodotta e Comunità Energetica Rinnovabile. L’accordo che vede Finanziaria senese di sviluppo e Chianti Banca impegnate a costituire un plafond di risorse dell’importo iniziale di 4 milioni di euro, incrementabile in base all’andamento degli investimenti, che è finalizzato al finanziamento a medio e lungo termine per la realizzazione degli impianti fotovoltaici di circa 100kW di potenza per ciascuno dei 48 comuni.

"L’obiettivo è costruire una collaborazione tra le due società e spingere il territorio verso la transizione energetica – fa notare Massimo Terrosi, presidente della Fises –. È anche una sfida per le pubbliche amministrazioni, per il territorio e uno stimolo per l’economia locale. Messo in atto da due partecipate in collaborazione con una Banca legata al territorio. Il sistema economico e sociale della provincia deve rimodulare il proprio modello di sviluppo in termini di sostenibilità ambientale ed energetica. La realizzazione di impianti da fonti rinnovabili costituisce una delle leve con la maggiore capacità di innovazione".

"Intesa per l’efficienza energetica è rivolta ai Comuni soci – osserva Andrea Rossi, presidente di Intesa -. L’obiettivo è facilitare la transizione energetica con interventi, che sono tra gli obiettivi del Piano Industriale, volti a realizzare impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici in modo che i Comuni possano beneficiare anche dei vantaggi dell’autoconsumo dell’energia. L’iniziativa invia a tutti i Comuni soci un segnale concreto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici di proprietà dell’amministrazione. Il progetto propone di realizzare, a cura e spese di Intesa, uno o più impianti fotovoltaici per ciascun comune e costituire una Comunità Energetica Rinnovabile". "Il compito di una banca di credito cooperativo è sostenere i progetti che valorizzano il territorio – dice Cristiano Iacopozzi, presidente Chianti Banca – stando a fianco delle realtà che lo rappresentano al meglio e intervenendo con le forme di sostegno più idonee alle varie esigenze".