Sarzana (La Spezia), 12 giugno 2018 - Arresto convalidato e custodia cautelare in carcere fino al processo fissato per il 19 giugno, che si svolgerà con rito abbreviato. Resta dunque a Villa Andreino Azir Halilovic, il rom 37enne, arrestato dalla polizia stradale di Brugnato dopo un inseguimento sabato notte. Lo ha deciso ieri mattina il tribunale della Spezia. Una vicenda degna di un film d’azione quella che l’altra notte ha visto protagonista l’Halilovic assieme a 4 complici, con tutta probabilità anche loro rom, che sono riusciti a fuggire.

La banda dopo aver rubato un tir parcheggiato nella zona industriale di Terralba alla Spezia, di proprietà di una ditta di trasporti genovese, per cause imprecisate aveva abbandonato il mezzo sul raccordo autostradale di Vezzano. Poi i malviventi sono saliti su un camper e si erano diretti verso Livorno ma erano stati intercettati dalla pattuglia della polizia stradale di Brugnato che stava controllando l’autoarticolato. I poliziotti si erano lanciati all’inseguimento: dieci chilometri di folle corsa sulla A12, mentre i banditi cercano di speronarli. Sul posto convergevano altre pattuglie della stradale di Brugnato con il comandante e il vice comandante, gli ispettori Stefano Rossi e Luciano Malatesta che hanno coordinato l’intervento. Durante l’inseguimento il conducente del camper ha tentato più volte di speronare l’auto della polizia. La corsa è finita in prossimità dell’Autogrill di Luni dove il mezzo in fuga ha sfondato la recinzione del cantiere, ma è rimasto bloccato. Il quintetto si è dato alla fuga ma Azir Halilovic, il conducente  è stato raggiunto e dopo una collutazione con gli agenti arrestato. Ora la Stradale di Brugnato sta indagando per idenficare tutti i componenti della banda.