Nello scontro è rimasto lievemente ferito anche l’automobilista
Nello scontro è rimasto lievemente ferito anche l’automobilista

Santo Stefano Magra (La Spezia), 25 giugno 2020 Era al lavoro con lo scooter, per consegnare le pizze a domicilio. Un rider, insomma, mestiere che molti ventenni si prestano a fare anche sul nostro territorio. Ma martedì sera poco prima delle 23 è rimasto vittima di un incidente stradale, a Ponzano Magra: uno scontro frontale tra un mororino e un’automobile. E adesso P.P., 22 anni, sarzanese anche se nativo di Carrara, si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea della Spezia dopo essere stato intubato.
 

Al momento dei soccorsi, martedì notte, le condizioni del ragazzo erano apparse serie ma non di una gravità tale da metterne in pericolo la vita. Nello scontro, infatti, il rider era rimasto ferito agli arti inferiori, con fratture ad entrambe le gambe. Era stato trasportato al Sant’Andrea in codice rosso ma tutto sembrava sotto controllo. Le sue condizioni si sono aggravate all’improvviso nel primo pomeriggio di ieri. Una crisi inaspettata gli ha fatto perdere conoscenza e i medici hanno disposto che venisse trasferito nella terapia intensiva ed intubato. Ora il ragazzo è tenuto sotto stretta osservazione.

Il giovane martedì notte si trovava in sella al suo scooter, un Agility Carry. quando per cause imprecisate si è scontrato frontalmente con una Jeep condotta da un coetaneo, anche lui rimasto lievemente contuso nel pauroso scontro. L’incidente è avvenuto nei pressi di Ponzano Magra, sulla Cisa, proprio al confine fra i territori comunali di Sarzana e Santo Stefano Magra. Sul posto, per i rielievi, sono intervenuti i carabinieri della compagnia Sarzana. I soccorsi sono stati immediati, prima da parte di alcuni automobilisti che stavano transitando sulla Cisa e di alcuni abitanti della zona. Quindi, vista la situazione e le condizione del ragazzo che era finito disteso sull’asfalto e perdeva sangue, è stato chiesto l’intervento della centrale operativa del 118 della Spezia. Sul posto, attivate dal centro di prima emergenza, sono arrivate due ambulanze, una della Pubblica assinza di Santo Stefano e l’altra della Pa di Sarzana. Con loro anche l’auto medica del centro di prima emergenza con medico ed infermiere a bordo che hanno praticato le prime cure al rider.
Dopo essere stato stabilizzato dai sanitari, il ventenne che era alla guida dello scooter è stato trasportato all’ospedale della Spezia, dove è stato ricoverato, mentre il conducente dell’auto è stato avviato al pronto soccorso del San Bartolomeo di Sarzana, e dopo le prime cure è stato dimesso.

Il giovane rider presentava serie fratture ad entrambe le gambe e i medici gli hanno subito praticato le cure necessarie in casi del genere ed è stato ricoverato nel reparto di ortopedia. Aveva trascorso la notte e la mattinata di ieri senza accusare problemi seri e tutto sembrava procedere nel migliore dei modi, poi improvvisa la crisi nel pomeriggio che ha portato all’immediato trasferimento nel reparto di rianimazione, dove è stato intubato ed è seguito costantemente dai medici.

A seguito dell’incidente , martedì notte su entrambe le carreggiate della Cisa, molto tr afficata, si erano formate lunghissime code. I carabinieri della compagnia di Sarzana hanno quindi gestito la viabilità facendola scorrere a senso unico alternato, finchè non sono stati completati i rilievi. La Jeep che ha subito serie danni alla carrozzeria è stata recuperata col carro attrezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA