I soccorsi
I soccorsi

Santo Stefano Magra (La Spezia), 18 febbraio 2020 -  Lui, 92anni, avrebbe provato a difendere la sua badante quando ha visto il convivente di lei aggredirla. Ora è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale della Spezia: ha un’emorragia cerebrale e i medici si sono riservati la prognosi. L’uomo lo avrebbe strattonato, spinto e poi lasciato ferito. L’anziano era stato trovato a terra dal figlio che aveva subito chiesto l’intervento del 118 e ora vuole giustizia.

Giovanni Mantegazza, il figlio del pensionato, ringrazia i carabinieri della compagnia di Sarzana e della stazione di Santo Stefano per il loro tempestivo intervento che ha portato all’identificazione e alla denuncia del responsabile dell’aggressione ma è amareggiato per il fatto che l’uomo è ancora libero. "Il primo gennaio – racconta infatti Mantegazza – avevamo assunto una badante, che fra l’altro ci era stata consigliata da altri per la sua professionalità. Il 13 gennaio durante il pasto di mezzogiorno mio cognato si è accorto che la donna era stata percossa a casa di mio padre. Uscendo ha trovato il compagno di lei davanti alla porta del giardino di casa e gli ha detto che non avrebbe dovuto avvicinarsi. A quel punto mi ha telefonato informandomi dell’accaduto. Versi le 15 sono arrivato a casa di mio padre Romano, ho trovato la porta chiusa, mio padre mi ha aperto e ho trovato la badante chiusa dentro la sua camera. Era ferita e mi ha detto che non sarebbe tornata a casa perchè aveva paura, una mezzora dopo mi sono allontanato per chiedere consigli su cosa fare. Tornando alle 15.50 ho visto i vecchi datori di lavoro della badante che la stavano cercando preoccupati perchè la figlia da due giorni telefonava a loro per avere norizie". "Sulla porta della casa di mio padre non c’erano più le chiavi – riprende l’uomo –, ho bussato ma nessuno mi apriva, per fortuna c’era una finestra aperta e sono entrato: cucina e sala erano a soqquadro, mio padre a terra sanguinante. Siamo arrivati al pronto soccorso in ambulanza e poco dopo ne è arrivata un’altra con la badante: anche lei ferita, era stata soccorsa dai precedenti datori di lavoro che avevano anche allertato i carabinieri subito intervenuti". La donna avrebbe raccontato di essere stata picchiata dal compagno che avrebbe colpito anche il 92enne che tentatava di difenderla. L’anziano è ancora ricoverato all’ospedale della Spezia in prognosi riservata. "I carabinieri – sottolinea Mantegazza – hanno subito identificato e bloccato l’autore di questo gravissimo gesto che potrebbe costare la vita a mio padre. Ma lui ora è libero, vorrei capire perché e ho deciso di rivolgermi a un legale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA