Negozi, nuovi orari "mediterranei". I giovedì fino alle 24 tutto luglio. E si pensa ad aperture più lunghe

La proposta è chiudere due giorni alle 21. Tempestini (Confcommercio): "Supporto alla vitalità cittadina"

Aperture più lunghe e orari "mediterranei" per i negozi di Prato in occasione dell’estate. Mancano pochi giorni al 21 giugno e i commercianti studiano per le vendite un nuovo assetto, si potrebbe dire un abito più fresco. Infatti anche quest’anno tornano – per attutire l’impatto dell’attesa ondata di calore e favorire la frequentazione – i negozi aperti di sera in centro storico, fino alle 24 tutti i giovedì di luglio. L’iniziativa viene confermata da Confcommercio alla luce delle adesioni riscontrate. E si fa spazio una novità: l’associazione sostiene infatti l’idea, parallela, di estendere fino alle 21 l’orario d’apertura dei due giorni precedenti, il martedì e il mercoledì. "La costruzione di un nuovo modello orario per i negozi – specifica Confcommercio - deriva direttamente dalla loro dinamicità e dalla resilienza mostrata negli ultimi mesi: il settore dimostra così la sua reattività, mettendo i consumatori nelle migliori condizioni per vivere un’esperienza commerciale completa. E lo fa in concomitanza di un periodo, l’inizio dei saldi, rispetto al quale le attività sono già pronte ad accogliere un pubblico interessato a questo tipo di esperienza".

Ad illustrare le ragioni che supportano la nuova proposta sono gli stessi commercianti. "Vorremo espandere – commenta Alberto Cerbai, dell’omonima gioielleria – il campo delle possibilità di frequentazione del centro. Pensando anche all’esperienza maturata negli scorsi anni e ispirandoci al modello che viene applicato in Spagna, abbiamo ritenuto che il grande caldo che tornerà a luglio finirà per disincentivare il movimento nell’orario diurno. Da qui l’idea di estendere le aperture fino alle nove di sera, anche nei giorni di martedì e mercoledì".

"Quella dei giovedì di luglio con i negozi aperti fino a mezzanotte – aggiunge Letizia Zucchini, del negozio Privée – è una tradizione che vogliamo consolidare, perché la riteniamo indispensabile. Accanto a questo, crediamo che la creazione di nuove opportunità sia un incentivo ulteriore che verrà accolto con favore dalla clientela".

"L’obiettivo dell’iniziativa – conferma Lorenzo Melani, del negozio Rinascimento – è quello di fornire un’opportunità in più, nella cornice di un orario favorevole. Per funzionare al meglio serviranno la massima adesione e comunicazione, ma le sensazioni sono già molto positive".

"Si tratta di una dinamica – è il commento del direttore di Confcommercio, Tiziano Tempestini – che supporta concretamente la vitalità cittadina nel mese di luglio e che irrora tutto il tessuto economico. Accanto ai negozi che restano aperti, infatti, si vengono a determinare importanti opportunità aggiuntive per ogni altra attività, in una sinergia che fa bene a tutti. La socialità indotta da queste iniziative, infatti, non muove soltanto l’economia, ma favorisce anche un contesto più sicuro e decoroso. Il grande caldo che inevitabilmente arriverà ci richiede di adeguare l’offerta – conclude Tempestini – farlo modulando gli orari da parte degli operatori è intelligente, oltre che opportuno".

Elena Duranti