Massi e terra sulla 325: tratto chiuso. Il maltempo taglia in due l’alta Valle

Lo smottamento per la forte pioggia tra Sasseta e Montepiano, nel comune di Vernio: disagi per il traffico

Massi e terra sulla 325: tratto chiuso. Il maltempo taglia in due l’alta Valle

Alberi e massi franati, ieri sulla 325, tra Sasseta e Montepiano in località Pusignara

La forte pioggia di ieri, preannunciata da un’allerta meteo arancione, ha colpito duro, ancora una volta la Val di Bisenzio, dove molte delle criticità evidenziate dal nubifragio del 2 novembre restano ferite aperte. Problemi per gli automobilisti sulla viabilità secondaria, dove si sono verificate frane di varia entità e allagamenti della sede stradale, soprattutto nei luoghi già interessati dai lavori di somma urgenza – come via del Rotone, a Luicciana, che ieri mattina ha concluso il suo cedimento verso valle e vari punti di via di Petugiata e via di Migliana, con frane scese dal ciglio – ma il problema più grosso è stata la frana caduta sulla Sr325, fra Sasseta e Montepiano, nel Comune di Vernio.

La strada, dove sono convogliati alberi, terra e massi ciclopici per un fronte di una trentina di metri, è stata chiusa dalla tarda mattinata e in tutta la giornata si sono svolte le verifiche dei vigili del fuoco per accertare che nel crollo non siano rimasti coinvolti veicoli o persone e in contemporanea è intervenuta la squadra di pronto intervento della Provincia per rimuovere il materiale e cercare di liberare le corsie di marcia, insieme ai tecnici dell’Ente. Ma dopo le valutazioni dei tecnici della Provincia e dei vigili del fuoco è stato deciso che la strada resterà chiusa anche nella giornata di oggi. Questa mattina sarà effettuato un nuovo sopralluogo per valutare l’entità del movimento franoso e saranno individuate le misure necessarie per mettere in sicurezza la circolazione stradale. Desta particolare preoccupazione il rischio di crollo dei grossi massi presenti sul fronte franoso a monte della carreggiata. La Provincia ha già predisposto tutta la cartellonistica necessaria per avvisare dell’interruzione stradale e delle deviazioni previste per raggiungere la frazione di Montepiano da e per Vernio. I disagi non sono pochi: come riporta anche il sito della Protezione Civile,chi da Prato deve raggiungere Montepiano dovrà passare da Barberino di Mugello poi prendere per la località Risubbiani, chi da Montepiano deve scendere verso Prato dovrà andare a Barberino di Mugello e prendere l’A1 con uscita a Sesto-Calenzano oppure prendere lo svincolo con la A11 e uscire a Prato.

"Stiamo monitorando con la massima attenzione la situazione – dice il presidente della Provincia Simone Calamai – L’obbiettivo è quello di riaprire la circolazione da e per Montepiano quanto prima, ma la priorità ora è il ripristino delle condizioni di sicurezza della strada". Sulla frana, l’ennesima, che ha colpito la 325 è intervenuta anche la deputata di Forza Italia Erica Mazzetti: "Il nostro territorio, già fragile ed esposto al rischio idrogeologico, necessita di un cambio di strategia sulla prevenzione, da fare con manutenzione e opere infrastrutturali che mancano, da decenni, nella parte a monte del tratto in questione".

Intanto per la giornata di oggi è stata diramata un’allerta gialla.

Claudia Iozzelli