Lotta agli spacciatori senza sosta. Altri quattro arresti in due giorni

In manette sono finiti tre stranieri e un italiano. Quest’ultimo nascondeva in casa 270 grammi di hashish e anche 2.600 euro in contanti. Due marocchini fermati mentre occultavano cocaina in un giardino.

Lotta agli spacciatori senza sosta. Altri quattro arresti in due giorni
Lotta agli spacciatori senza sosta. Altri quattro arresti in due giorni

Quattro arresti in appena 24 ore, tutti per spaccio di droga. Segnale che il problema c’è nonostante gli sforzi profusi dalle forze dell’ordine. Questa volta a mettere a segno i quattro arresti sono stati i carabinieri della compagnia di Prato che hanno agito in tre distinte operazioni.

Nel primo caso, l’altra notte, i militari della stazione di Iolo hanno rintracciato un marocchino del ’91, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato e irregolare, perché destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla procura di Prato. L’uomo doveva scontare una pena residua di 2 anni e 11 mesi per reati legati allo spaccio di stupefacenti. L’arrestato è stato associato portato alla Dogaia. La sera precedente, in via Pacinotti, sempre i carabinieri di Iolo hanno arrestato un ragazzo italiano del 2000, disoccupato e incensurato, perché durante il controllo della sua autovettura, sottoposta a perquisizione, è stato trovato in possesso di una bustina in cellophane contenente hashish nascosta in un calzino. I militari hanno esteso la perquisizione all’abitazione del ragazzo e hanno trovato ben 270 grammi di hashish, 3 bilancine di precisione elettroniche, materiale per il confezionamento e 2.600 euro in contanti.

I carabinieri hanno sequestrato tutto il materiale trovato perché ritenuto provento dell’attività di spaccio. Il giovane è stato messo agli arresti domiciliari, come disposto dall’autorità giudiziaria. Nella stessa serata, in via Castruccio, sempre i carabinieri di Iolo, nel frattempo hanno arrestato altri due ragazzi marocchini di 27 e 19 anni, entrambi senza fissa dimora e disoccupati. I due ragazzi sono stati sorpresi mentre nascondevano all’interno di un giardino un involucro contenente 19 dosi di cocaina. L’operazione si è resa necessaria perché poco prima i militari avevano sorpreso i ragazzi a cedere due dosi di cocaina a un uomo italiano, poi segnalato come assuntore alla Prefettura.

La sostanza stupefacente è stata sequestrata. I due sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza della Stazione in attesa delle decisioni del magistrato di turno. Sono stati rilasciati in attesa del processo. Dunque, quattro arresti per droga che seguono a tutti gli atri messi a segno nelle ultime settimane. Una lotta che non finirà mai.