Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
13 mag 2022

L’85% del tessile finisce in discarica "Sui rifiuti serve un riciclo vero"

Primi risultati choc dell’indagine svolta da Alia e Regione sui materiali della raccolta indifferenziata. Ciolini: "Tonnellate di scarti che potrebbero essere recuperati". E parte il porta a porta per gli indumenti

13 mag 2022

Abiti usati in discarica. L’ultima indagine effettuata da Regione, Alia e Ambiti territoriali consegna un dato choc: solo il 15% degli abiti usati raccolti nel territorio dell’Ato centro nel periodo compreso tra ottobre e novembre 2021 è entrato nel circuito del riciclo, mentre l’85% dei rifiuti tessili è finito nella raccolta indifferenziata e in canali non destinati al riuso. Un dato abnorme, che non era mai emerso prima d’ora. Significa che l’85% dei rifiuti prodotti in quei due mesi, ossia centinaia di tonnellate, è rappresentato da materiale che potrebbe essere destinato alla filiera del riciclo con un notevole guadagno in termini economici e ambientali. Tonnellate di rifiuti che invece di finire in discarica e negli inceneritori potrebbero alimentare il mercato del riuso. Una volta che i cittadini decidono di gettare gli indumenti usati o quelli in cattivo stato nel sacco della raccolta indifferenziata, quei rifiuti diventano automaticamente materiale da incenerire o da portare in discarica perché una volta entrati in quel circuito non è più possibile recuperarli. L’idea di Regione e Alia - che hanno effettuato un’indagine conoscitiva sui rifiuti prodotti - è nata proprio con lo scopo di affinare la raccolta differenziata e destinare sempre più materiali al ciclo del recupero. Come impone anche l’Europa. Tra le contromisure, Alia ha già messo in campo un primo intervento ripristinando la raccolta porta a porta degli indumenti. Le campane che si trovano in città sono sotto utilizzate e quindi nel periodo del cambio armadi (autunno e primavera), gli addetti della società di rifiuti passeranno casa per casa in modo da favorire la raccolta di abiti usati e alleggerire discariche e inceneritori. "Credo che una spiegazione di quello che succede si possa trovare nel fatto che i cittadini trovano più comodo gettare la maglia vecchia o i pantaloni usati nel sacco della ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?