Dal fango alla rinascita. Nesti rimesso a nuovo

I campi da beach volley erano stati spazzati via dall’alluvione. Investimento di 100mila euro. Giocato regolarmente il torneo.

Dal fango alla rinascita. Nesti rimesso a nuovo

Dal fango alla rinascita. Nesti rimesso a nuovo

All’indomani dell’alluvione del 2 novembre l’impianto sportivo comunale “Nesti” di via Micca a Bagnolo era una distesa di acqua e fango. A riportare i maggiori danni sono stati i tre campi da beach volley scoperti, dove la forza delle acque ha divelto le recinzioni, le reti, portato via la sabbia e staccato il sottofondo. Sul campo di gioco i gestori dell’impianto avevano addirittura trovato dei pesci. A distanza di sei mesi dall’alluvione, il Comune ha ripristinato la piena funzionalità dell’impianto sportivo attraverso l’attivazione di una somma urgenza per oltre 100mila euro di lavori che hanno permesso di rifare completamente i tre campi scoperti da beach volley. Così lo scorso 10 giugno è potuta partire regolarmente la 14esima edizione del torneo “Beach Volley BagnoloSport 2024” con la partecipazione di 54 squadre provenienti da tutta la Toscana. La società Bagnolo Sport, in accordo con l’amministrazione comunale, ha voluto dedicare il torneo alla memoria di Lorenzo Votino, 32 anni, morto lo scorso 15 marzo dopo ave lottato contro un male incurabile. Lorenzo, figlio di Nicola e Daniela Agrumi, nomi noti in città per essere i titolari dell’omonima tipografia e della scuola di musica Som, era un grande sportivo e al centro Nesti aveva tanti amici. Anche il sindaco Simone Calamai e la consigliera Valentina Vespi hanno assistito alle gare:"Il torneo di beach volley è sempre un bel momento di sport e socialità. Dopo le conseguenze dell’alluvione abbiamo lavorato per riportare l’impianto in condizioni ottimali. - dice Calamai- Con un investimento di oltre 100mila euro abbiamo fatto rinascere questi campi e dato la possibilità al Bagnolo sport di riproporre il torneo di beach volley".