Come vivere fino a cento anni?. Nella docu-serie c’è un po’ di Prato

"Zone Blu" su Netflix è stata prodotta anche grazie alla decisiva partecipazione di Dado Production

Come vivere fino a cento anni?. Nella docu-serie c’è un po’ di Prato

Come vivere fino a cento anni?. Nella docu-serie c’è un po’ di Prato

PRATO

C’è anche un po’ di Prato dietro la realizzazione della docu-serie "Zone blu: i segreti della longevità" (titolo originale "Live to 100: Secrets of the Blue Zones") in onda su Netflix. Il prodotto, premiato per la regia, la direzione e la composizione musicale, il mixaggio e il montaggio del suono grazie ai tre Daytime Emmy Awards ottenuti alla cerimonia tenutasi a giugno a Los Angeles, porta infatti anche la firma di Dado Production. L’azienda pratese, fondata dai due soci Lino Ruggiero e Stefano Rossi, si è occupata di tutta la produzione esecutiva delle riprese effettuate in Sardegna e della parte logistica per tutte le scene girate in Grecia, rivestendo così un ruolo primario per la realizzazione della docu-serie. Per chi non la conoscesse, "Live to 100: Secrets of the Blue Zones" rappresenta il culmine di 20 anni di ricerche da parte dell’autore di bestseller (come "The Blue Zones. Secrets for Living Longer from the People Who’ve Lived the Longest") ed esploratore del National Geographic Dan Buettner sulle comunità più longeve in tutto il mondo. Le zone di cui si parla sono cinque so: Okinawa in Giappone, Sardegna, Ikaria in Grecia, Loma Linda nella California e Nicoya in Costa Rica. In Italia questa docu-serie caratterizzata da una singola stagione è uscita su Netflix quasi un anno fa.

"E’ una bella soddisfazione personale e professionale essere contattato prima dalla produzione e poi dall’autore della serie per i ringraziamenti – dichiara Lino Ruggiero - Dopo l’esperienza delle riprese del 2018 con Zac Efron per Watch Down to the Earth di Netflix è stato un vero piacere collaborare nuovamente con il Dottor Gianni Pes dell’Università di Sassari, Claudia Porcu Direttrice dell’Osservatorio Blue Zones, la crew di Cagliari ed i cittadini di Baunei, Seulo, Villagrande per la realizzazione dell’episodio". A Ruggiero fa eco l’altro socio fondatore, Stefano Rossi.

"La collaborazione con il team di Dan Buettner è stata una bellissima esperienza – il suo commento - e questo premio rappresenta per Dado Production un importante traguardo che testimonia la qualità e l’impegno che mettiamo in ogni progetto. Tutto questo ci spinge a continuare a portare avanti collaborazioni internazionali di alto livello. Un sentito ringraziamento - conclude Rossi - alla crew e a tutte le persone della splendida Sardegna che ci hanno supportato in questo progetto".