Il tecnico del Pontedera Maraia
Il tecnico del Pontedera Maraia
Per il Pontedera è già tempo di... conquistare la Sardegna. Nella tarda serata, alle 22.30, i granata salgono sul traghetto diretto sull’isola, dove approderanno domattina intorno alle 7 per poi affrontare l’Olbia sabato alle 14,30. Nella speranza dei tifosi che la loro squadra, reduce da tre successi di fila, prosegua la striscia di risultati positivi, la buona notizia è...

Per il Pontedera è già tempo di... conquistare la Sardegna. Nella tarda serata, alle 22.30, i granata salgono sul traghetto diretto sull’isola, dove approderanno domattina intorno alle 7 per poi affrontare l’Olbia sabato alle 14,30. Nella speranza dei tifosi che la loro squadra, reduce da tre successi di fila, prosegua la striscia di risultati positivi, la buona notizia è che sul traghetto è salito anche Stefano Parodi, l’esterno di centrocampo che domenica contro il Pescara aveva dovuto abbandonare il terreno di gioco per un infortunio muscolare dopo soli 37’. Il giocatore invece ha recuperato e quindi l’allenatore Ivan Maraia lo ha portato con sé, probabilmente anche con l’intenzione di utilizzarlo di nuovo vista la carenza di esterni. Nel gruppo infatti non c’è proprio colui che l’aveva rilevato, ossia Lorenzo Milani, autore per altro della rete dell’1-0 e dell’assist del 2-0. Milani si è beccato un cartellino giallo, e poiché era in diffida deve scontare un turno di squalifica. Con Perretta a destra del quintetto di centrocampo, Parodi potrebbe così trovare posto a sinistra, posizione nella quale era partito anche domenica, ma il tecnico del Pontedera potrebbe avere a disposizione anche la carta Shiba.

Con il rientro di Espeche – squalificato contro il Pescara – al centro della difesa e il ritorno di Matteucci a centro-destra, l’ex Ravenna potrebbe "salire" in mediana, ruolo da lui già occupato fin dall’inizio del match contro la Vis Pesaro. Con Shiba a destra, Perretta verrebbe così dirottato sulla corsia opposta, zona dove aveva già agito contro la Reggiana e a Fermo (e con Milani dall’altra parte). Maraia comunque ha ancora due giorni per verificare le condizioni di Parodi e decidere qual è la soluzione migliore. Sempre nell’ottica di un modulo di gioco basato sul 3-5-1-1, marchio di casa insieme al 3-5-2, utilizzato in 5 delle 15 gare disputate.

s.l.