Vespa, 50 giorni al big day. La città in fermento per il raduno mondiale

Prende forma il programma che accompagnerà i quattro giorni di festa. Ci sarà anche un tour dedicato a Lanini, il musicista scomparso.

Quando mancano esattamente 50 giorni ai Vespa World Days del 18-21 aprile prossimo, fervono i preparativi e cresce l’attesa per quello che sarà uno degli eventi più grandi che Pontedera abbia mai ospitato negli ultimi anni. In questi giorni di primavera la città sarà letteralmente invasa da vespisti, turisti, curiosi, addetti ai lavori, uomini e donne di tutte l’età provenienti da tutti e cinque i continenti. E per accoglierli al meglio l’organizzazione del Vespa World Club con il Comune di Pontedera e la Piaggio stanno preparando una grande festa. Tutta la città, con il suo forte tessuto associativo sta preparando eventi culturali, spettacoli ed iniziative di ogni tipo per mostrarsi al mondo con il miglior abito possibile. Non ci sono attori sociali, società sportive, aziende e associazioni che non saranno coinvolte nel fornire ciascuno il proprio contributo.

Dall’epicentro in piazza del mercato, dove sarà allestito il maxi Vespa Village che ospiterà una mostra-mercato, area food e drink, spazio gare ecc. partiranno i tour che nelle giornate di giovedì e venerdì porteranno i vespisti a scoprire le colline e i borghi della Valdera, con le sue specialità enogastronomiche e le sue bellezze. In questi weekend il Vespa Club Pontedera sta "testando" i percorsi che toccheranno, tra gli altri, i paesi di Lajatico, Casciana Terme, Lari, Peccioli, Volterra ma anche Vicopisano e Calci. Uno di questi tour, il più importante che passerà per Lari, Casciana e Lajatico, sarà dedicato al giornalista, musicista e vespista Andrea Lanini, scomparso un anno fa in seguito ad un incidente stradale.

Il sabato mattina ci sarà poi la tradizionale parata, che vedrà gli oltre 8.000 vespisti arrivati da ogni parte del mondo girare per le colline della Valdera. Un torpedone che avrà un impatto non banale sul territorio e che sta richiedendo un grandissimo sforzo da parte dell’organizzazione. La velocità delle due ruote in questi casi è infatti molto ridotta e le strade verranno bloccate a lungo, con le conseguenti modifiche al traffico. Saranno quattro giorni di festa, dalla mattina fino a tarda sera, per la gioia di commercianti ed esercenti e per le strutture ricettive, andate esaurite ormai da tempo. Ci saranno campeggi e aree camper. Dal Villaggio Piaggio al parco della Fornace alla Rotta passando per il centro città fino agli spazi degli impianti sportivi della Bellaria, della Stella Azzurra, del Romito, dell’Oltrera, non ci saranno luoghi esclusi – e tutti addobbati a festa – per accogliere al meglio non solo le migliaia di vespisti ma anche le loro famiglie, i turisti e semplici curiosi che vorranno assistere a questo evento mondiale, e poi i giornalisti italiani ed internazionali, gli addetti ai lavori e così via. Il countdown è iniziato.