Primarie, la scommessa di Benini: "Il mio punto di forza? La caparbietà. E l’amore smodato per la mia città"

La Coalizione civica verso il voto. "La sfida fra due donne mi rende orgogliosa per il nostro gruppo"

Primarie, la scommessa di Benini: "Il mio punto di forza? La caparbietà. E l’amore smodato per la mia città"

Primarie, la scommessa di Benini: "Il mio punto di forza? La caparbietà. E l’amore smodato per la mia città"

Le primarie come strumento che sancirà la candidata a sindaco della Coalizione Civica per le amministrative del giugno 2024. Un duello che vedrà gli elettori e i simpatizzanti del mondo civico, decidere alle urne (le primarie dovrebbero svolgersi in tutto il mese di gennaio, ndr) fra l’avvocato Roberta Benini (capogruppo consiliare di Per Volterra dal 2019) e la manager in campo cinematografico Francesca Giorli. Partiamo con Roberta Benini.

Come vive la sfida delle primarie, sancite dall’assemblea della Coalizione Civica?

"In totale tranquillità e con molta determinazione. Non sento addosso il peso di una sfida politica con Francesca (Giorli, ndr). E’ stata candidata nella mia lista nel 2019, abbiamo quindi già intrapreso un percorso insieme. Il confronto alle primarie è una cifra positiva, è segno di democrazia".

Lei è stata candidata a sindaco nel 2019 ed è capogruppo nelle fila dell’opposizione. Poi è arrivato il sodalizio politico fra la sua lista e quella del consigliere di Upv Paolo Moschi. Come si conciliano, in seno alla Coalizione, anime diverse politicamente?

"La Coalizione Civica si regge su solide architravi, lavorando in primis, e in maniera chiara, per il territorio, dando spazio alle idee da qualunque parte esse arrivino. Ho abbracciato la filosofia del civismo anni fa e continuo, insieme alla Coalizione, a portare avanti quei principi di condivisione con la cittadinanza che sono il cuore stesso della politica. Coinvolgere voci diverse, ognuna con le proprie caratteristiche, senza sentire il peso di fardelli ideologici fini a sé stessi. Volterra è una città che può dare ancora tanto, ne sono certa".

Come da lei precisato, ha affrontato la campagna elettorale del 2019 insieme a Giorli., candidata consigliera nella sua lista. Primarie senza rivalità: E’ davvero così?

"Sì. Le primarie fra due donne mi rendono orgogliosa della Coalizione che ho contribuito a creare. Non ci sono stati accordi in questo senso, tutto è sbocciato spontaneamente nel corso dell’assemblea della Coalizione. Ho dato la mia disponibilità alle primarie e saranno così i cittadini a scegliere la candidata a sindaco della Coalizione".

Ma ciascuna avrà il proprio punto di forza. Qual è il suo?

"La determinazione e la caparbietà sono le due caratteristiche che mi contraddistinguono. E l’amore smodato per la mia città Sembra una frase scontata ma per me non lo è. E credo di averlo dimostrato in questi anni all’opposizione".