Per l’uomo protagonista dell’incidente a Montescudaio non c’è stato niente da fare
Per l’uomo protagonista dell’incidente a Montescudaio non c’è stato niente da fare

Montescudaio (Pisa), 26 novembre 2021 - Un impatto drammatico, fatale, in cui ha perso la vita un giovane 32enne nato a Volterra, padre di due bimbi rispettivamente di uno e quattro anni. L’incidente mortale è avvenuto ieri sera poco prima delle 20 nel Comune di Montescudaio, quando l’auto in cui viaggiavano babbo, mamma e i due figli piccoli, si è schiantata in via dei Tre Comuni contro un furgone con a bordo due operai. Il bilancio dello schianto fra i due mezzi è terribile: il 32 enne è morto sul colpo, mentre sono gravi le condizioni di uno dei due operai, un 38 enne (S.T. le sue iniziali) trasferito all’ospedale di Livorno per un trauma cranico e rachideo.

Sul posto si sono precipitate le ambulanze medicalizzate della Pubblica Assistenza di Cecina e di Rosignano, oltre alle ambulanze ordinarie di San Piero in Palazzi e Bibbona ed ai vigili del fuoco. Per il 32enne, nonostante i ripetuti tentativi di rianimazione da parte dei sanitari, non c’è stato niente da fare ed è deceduto sul colpo. I carabinieri della Compagnia di Volterra dovranno ricostruire la dinamica esatta che ha portato all’impatto fra l’auto e il furgone: da quanto appreso, l’auto in cui viaggiava la famiglia, con la madre (una donna di 30 anni residente a Cecina) alla guida del mezzo, ha perso il controllo e, sbandando, si è andata a scontrare con il furgoncino. Un impatto violentisimo. La donna e i due figli sono stati trasferiti all’ospedale di Cecina, apparentemente in buone condizioni di salute. Erano tutti e tre lucidi e orientati.

Anche l’altro operaio che stava viaggiando sul furgone, un 34enne (E.M. le sue iniziali), è stato trasferito alla struttura sanitaria di Cecina a causa di un trauma cranico riportato agli arti inferiori, ma le sue condizioni di salute appaiono meno gravi rispetto al quadro clinico, più delicato e complesso, del suo collega trasferito a Livorno. Uno schianto che ha distrutto una famiglia: per i due mezzi che si sono scontrati verrà avviato un sequestro giudiziario, mentre i due autisti, la 30enne residente a Cecina e l’autista del furgone, verranno sottoposti ad alcol test e a esami tossicologici per capire se stessero guidando sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Ilenia Pistolesi