Khrystyna Novak, 29 anni, ucraina: di lei si sono perse le tracce
Khrystyna Novak, 29 anni, ucraina: di lei si sono perse le tracce

Orentano (Pisa), 6 dicembre 2020 - La villetta è stata battuta palmo a palmo. Un sopralluogo minuzioso, tutto video registrato, quello della Squadra Mobile di Pisa e della scientifica che sono tornate sul luogo dov’è stata vista l’ultima volta Khrystyna Novak, 29 anni, oltre un mese fa.

Un’ispezione durata quasi cinque ore durante la quale, si apprende, gli inquirenti avrebbero acquisto elementi ed indizi utili a per risolvere il giallo di Corte Nardi. Al sopralluogo era presente il compagno della scomparsa, il 41enne imprenditore delle pelli di Orentano – finito in carcere per armi e droga – che avrebbe «raccontato» tutta la casa al sostituto procuratore della repubblica Egidio Celano che coordina l’inchiesta.

Quella villetta, infatti, sequestrata nelle ore successive la scomparsa della ragazza, è appunto il luogo della sua ultima presenza, dove la 29enne è stata vista e sentita l’ultima volta, prima di comparire. e dove ha avuto gli ultimi contatti telefonici.

Quello è il luogo dove ha lasciato le sue cose (borsa con effetti personali e passaporto), vestiti, e il cane volpino che il compagno le aveva regalato e dal quale non si separava mai. Ma quella è anche la casa da dove alcune cose potrebbero essere state portate via nella parentesi temporale tra il ritorno della ragazza a Orentano (una volta uscita dal commissariato di Pontedera il giorno dell’arresto dell’uomo) e la denuncia della sua sparizione quando la polizia torna nella villetta. Il cane sarebbe stato portato via certamente quando Khrystyna non c’era già più dalle amiche ucraine arrivate da Montecatini e viste dai vicini. E così anche due borse con alcune cose dentro. Ma il via vai, nel giro di quei pochi giorni, sarebbe stato piuttosto intenso.