“Ex chiosco a Campo di Marte: l’amministrazione comunale inerte da anni”

La dichiarazione del consigliere comunale Michele Menchetti

Arezzo, 6 dicembre 2023 – “È l’ennesima interrogazione che presento per l’ex chiosco di Campo di Marte. La prima risale al novembre 2020 e la proposta resta sempre quella d’insediare un presidio della polizia municipale nella struttura che è di proprietà comunale.

La risposta che venne data in quell’occasione, non politica ma una semplice relazione del comandante della PM, spiegava che quel chiosco era inutilizzabile a causa di una irregolarità amministrativa. Allora ho chiesto che tale irregolarità venisse sanata. Che il Comune, in pratica, chiedesse un condono o una sanatoria a se stesso. Che un ufficio del Comune alzasse il telefono per parlare con un altro ufficio, non mi pare difficile. Immagino che i dipendenti comunali si scambino telefonate di servizio quotidianamente. Senza trascurare il fatto che si tratta di un atto dovuto e che il Comune darebbe anche un buon esempio.

Il 14 giugno 2021, come risposta a una mia seconda interrogazione, è stato detto che l’amministrazione comunale era a conoscenza della situazione e che stava valutando la possibilità di rimettere a bando l’immobile. Prima dell’eventuale avviso pubblico, particolare fondamentale, avrebbe comunque rimosso l’irregolarità.

A distanza di due anni e mezzo non risultano sviluppi in alcuna direzione. L’ex chiosco se ne sta lì, abbandonato, vandalizzato e per di più utilizzato per attività illecite. C’è o no la volontà di ridargli vita e renderlo presidio per la sicurezza di quella zona? Chissà se questa giunta si occuperà un giorno di Campo di Marte o confermerà di saper solo vivere… su Marte”.