Firenze, 30 maggio 2018 - Si torna al voto: domenica 10 giugno 2018 si terranno le elezioni amministrative. L'eventuale turno di ballottaggio, laddove fosse necessario e comunque solo nei comuni sopra i 15mila abitanti, si terrà domenica 24 giugno.

Ventuno i comuni della Toscana dove si voterà, comprese città capoluogo come Siena, Pisa e Massa, ma anche comuni nuovi di zecca perché di recente fusione: è il caso di Laterina Pergine Valdarno (Arezzo), frutto della fusione tra Laterina e Pergine Valdarno, e di Rio, il comune dell'Isola d'Elba nato dalla fusione fra Rio Marina e Rio nell'Elba.

Otto i comuni al voto in Umbria, compreso il capoluogo di provincia Terni, tre anche in provincia della Spezia, con centri importanti come Sarzana e Portovenere.

Ecco il quadro completo. Ricordiamo ovviamente che il giorno delle elezioni sul sito www.lanazione.it troverete aggiornamenti in tempo reale sullo scrutinio fino al risultato finale.

TOSCANA

Tre città capoluogo, altre tre sopra i 15mila abitanti e quindici dove invece il ballottaggio non si farà perché con una popolazione sotto i 15mila abitanti. Il 10 giugno in Toscana si voterà in tre città importanti: Pisa (72.221 elettori iscritti al voto), Siena (43.532 aventi diritto al voto) e Massa (58.390).

Non sono capoluoghi ma hanno una popolazione superiore ai 15mila abitanti, per cui potrebbe esserci il ballottaggio il 24 giugno se nessun candidato riuscisse a superare i 50% più uno dei voti, altri tre comuni: Campi Bisenzio (32.229 aventi diritto), Pietrasanta (21.053) e Pescia (16.340).

Ecco gli altri quindici comuni dove si voterà con elezione diretta il 10 giugno perché sotto i 15mila abitanti: 

Provincia di Arezzo: Capolona, Caprese Michelangelo e Laterina Pergine Valdarno.

Provincia di Firenze: Impruneta, Marradi.

Provincia di Grosseto: Gavorrano, Magliano in Toscana, Monte Argentario, Semproniano.

Provincia di Livorno: Capraia Isola, Rio.

Provincia di Pisa: Montecatini Val di Cecina, Santa Maria a Monte.

Provincia di Pistoia: Ponte Buggianese.

Provincia di Prato: Poggio a Caiano.

UMBRIA

Otto i comuni dell'Umbria che rinnoveranno la loro amministrazione. Terni è il principale, con i suoi 88.869 elettori. Ovviamente è possibile il ballottaggio qualora nessun candidato superasse il 50% più uno dei voti.

Gli altri comuni sono tutti del Perugino: in tre di essi si potrebbe andare al ballottaggio perché comuni sopra i 15mila abitanti e si tratta di Spoleto (30.965 elettori), Corciano (16.255 aventi diritto) e Umbertide (12.462 aventi diritto).

Non ci sarà sicuramente ballottaggio ma si andrà all'elezione diretta invece a Cannara (3.608 elettori), Monte Santa Maria Tiberina (1.022), Passignano sul Trasimeno (4.753) e Trevi (6.821).

LA SPEZIA

Tre i comuni interessati al voto in provincia della Spezia. Il più importante è Sarzana, dove 18.437 elettori sono chiamati al voto. Si tratta dell'unico comune dove in teoria si potrebbe andare al ballottaggio perché con una popolazione superiore ai 15mila abitanti.

Sarà invece elezione diretta il 10 giugno negli altri due comuni interessati. Si tratta di Portovenere, con 3.394 aventi diritto, e il piccolo comune di Carro, con appena 662 elettori chiamati alle urne.