Il gran ritorno sulle scene del pistoiese Lorenzo Pratesi: contro il body shaming

Debutto alla Sala Banti di Montemurlo il prossimo 13 gennaio; poi date pistoiesi e fuori Toscana

Francesca Santucci e Lorenzo Pratesi
Francesca Santucci e Lorenzo Pratesi

Pistoia, 8 dicembre 2023 – Da sempre sensibile ai comportamenti, di sé stesso e del prossimo, il commediografo, regista e attore pistoiese Lorenzo Pratesi torna in scena dopo due anni di assenza con un’opera sociale contro il body shaming, la pratica di offendere qualcuno per il suo aspetto fisico. Lavoro da lui scritto e prodotto, in punta di penna, come al solito: “Vip Veramente Ingombrante Personalità”. La prima è fissata sabato 13 gennaio alla Sala Banti di Montemurlo; una serata assieme ai responsabili dell’associazione Gianluca Melani; poi venerdì 19 e sabato 20 gennaio il debutto nella sua Pistoia, al Piccolo Teatro Bolognini.

“Ma andremo anche fuori dai confini regionali – racconta, entusiasta della vita come sempre –, visto che sono previste date anche nel bolognese, a Riccione e Genova”. Protagonista femminile, l’aglianese Francesca Santucci, che molti indicano già quale piacevole novità del panorama teatrale toscano. Il testo, allegro e frizzantino come un buon vino, tocca in realtà un problema grave, che affligge molte persone.

“Proprio così – conferma Pratesi –: siamo ‘costretti’ a conviverci, soffrendo terribilmente in silenzio: un tormento. Ecco allora che ho immaginato la 32enne Francesca, che cerca di districarsi nella società che ci vuole tutti perfetti e standardizzati tra chili in eccesso, lavoro precario e famiglia ingombrante. Ad alleviare le sue giornate, ci sono i sogni quasi adolescenziali verso il cantante del momento. Ma la vita, lo si sa, è imprevedibile.

Complice uno scambio di identità frutto dell’incompetenza in primis (e delle sadiche regole del marketing in seconda battuta), bastano pochi minuti e un tam-tam mediatico senza precedenti per trasformare Francesca, agli occhi del Paese, in un VIP, sogno proibito degli uomini del Belpaese ed esposta come fiero trofeo dalle donne italiane, che rivedono in lei quella normalità che nell’era plastico-digitale non si respira più.

Il dramma del body shaming, la derisione del corpo altrui, in una commedia tremendamente divertente quanto tristemente attuale. Tutta da vedere”. In buona sostanza, l’attesa di ammirarlo sul palco pare proprio che sia stata ripagata. Un ritorno in grande stile, il suo, ma decisamente social. La sua pagina Instagram conta 16mila follower, tutti reali, tra i quali moltissimi giovani e giovanissimi. Un vero e proprio inno contro il bullismo e la discriminazione, tema quest’ultimo carissimo a Pratesi. “Gli ultimi anni sono stati laboriosi e silenti e, dopo tanto fermo dell’attività dal vivo, serviva tornare con il botto – esulta, come se avesse segnato un gol –. In questi giorni, sui miei profili Instagram e Facebook viene svelato il cast, personaggio dopo personaggio”. Un modo intelligente, com’è l’uomo, di farsi seguire e amare.