’Pistoia Visioni’, primo festival di fotografia

Serate di approfondimento con gli ospiti e poi le mostre, a cura del Gruppo Fotoamatori Pistoiesi. Si comincia sabato prossimo

Si chiama "Pistoia Visioni" ed è il primo festival di fotografia in assoluto promosso dal Gruppo Fotoamatori Pistoiesi, a gettare il seme di una visione moderna e contemporanea della fotografia. Una manifestazione che intende promuovere sia la Fotografia in generale, sia quella di alcuni autori che, in quanto emergenti, possano, se ulteriormente e adeguatamente valorizzati, costituire un elemento di novità nel panorama della Fotografia, dell’Arte e della Cultura più in generale, non solo a livello locale, nei propri territori di appartenenza, ma anche nazionale e internazionale. Due i momenti nei quali si articola il festival e cioè la parte puramente espositiva e quella dei ‘talk’, veri e propri salotti di discussione con ospiti dal mondo della fotografia. Il programma si apre sabato 8 giugno (ore 21.15) negli spazi del Giardino del Polo Puccini Gatteschi con Davide Monteleone, ad approfondire il tema "Geopolitica, geografia, identità e interazione tra immagine e scienza: il mondo interconnesso oggi". Il filo del discorso viene ripreso il 29 giugno, stesso luogo e orario, stavolta con Mario Carnicelli, artista pistoiese, tra i maggiori fotografi italiani e di respiro internazionale, impegnato in un dialogo su "Il legame del racconto per immagini con le persone", per poi darsi appuntamento al 20 luglio con Massimo Vitali a parlare di paesaggio e storie in esso contenute. Propedeutico all’inaugurazione della mostra sarà l’incontro del 21 settembre con Chiara Arturo, Federico Arcangeli, Matteo Fenili, Anna Ratajczyk coloro cioè che di quella mostra saranno i protagonisti.

Tema della manifestazione sono i legami intesi come rapporto, relazione, nesso, sviluppato da ciascun autore nell’omonima mostra che dal 4 al 27 ottobre nelle Sale Affrescate di Palazzo Comunale a Pistoia raccoglierà gli scatti dei quattro fotografi emergenti selezionati dai Fotoamatori Pistoiesi in un viaggio per immagini che intende rivelare le connessioni invisibili che uniscono individui, famiglie, comunità e culture. Nelle immagini esposte si ritroveranno momenti di intimità, solidarietà, conflitto e riconciliazione, con uno sguardo profondo sulle dinamiche che definiscono la nostra esperienza collettiva. Fondato nel 1977 e attivo con continuità e vivacità nel panorama della città di Pistoia, il Gruppo Fotoamatori Pistoiesi è un’associazione di promozione sociale che ha tra i propri scopi quelli di sviluppare e diffondere l’arte della fotografia valorizzandone l’opera, l’immagine e l’ingegno.

"Pistoia visioni" è una manifestazione nata proprio con tutte queste intenzioni. L’edizione 2024 è direttamente curata dal gruppo di lavoro di soci del Gruppo Fotoamatori Pistoiesi, con risorse proprie e dei vari sostenitori. Chi desidera contribuire alla crescita del festival, può sostenere la causa di "Pistoia Visioni" partecipando alla campagna di crowdfunding lanciata sulla piattaforma Eppela o donare tramite Eventbrite o allo stesso Gruppo dei Fotoamatori, le cui coordinate sono su pistoiavisioni.it

linda meoni