Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Pistoia-Praga, la street art celebra la libertà

Artisti a confronto in piazza del Duomo. Una esposizione al servizio della pace e contro ogni guerra: "Insieme si può dire molto"

Il gruppo degli artisti riuniti sotto il loggiato di piazza del Duomo
Il gruppo degli artisti riuniti sotto il loggiato di piazza del Duomo
Il gruppo degli artisti riuniti sotto il loggiato di piazza del Duomo

"Condividere la propria arte, la propria espressione artistica è la base della libertà. Abbiamo voluto mostrarla attraverso il confronto tra artisti. Abbiamo creato un ponte tra due paesi, Pistoia e Praga ed il risultato è esposto in questa Piazza" – afferma Carmine Foschino, in arte Korvo, uno degli otto artisti presenti, ieri, in Piazza Duomo, all’inaugurazione della mostra-performance promossa da Fondazione Eleutheria, Comune di Pistoia e Municipio di Praga 5, che ha visto coinvolti, oltre a Korvo, gli artisti cechi e italiani, Maxim, Jan Brenek, David Strauzz, IamRushDog, Eliseo, Gojo, e Giusy Guerriero. Il tema dell’evento, la ‘libertà’ e il dovere che ognuno ha di difenderla e preservarla, è stato espresso da ognuno con tecniche e stili diversi.

Giusy Guerriero, ad esempio, spiega: "Ho voluto rappresentare questo tema ritraendo una figura femminile con dei tratti liberty uniti ad una pittura di ispirazione preraffaellita, con visi canditi, color pastello. Così ho voluto esprimere la mia arte". Eliseo Sonnino di Laudadio, invece, preferisce esprimersi attraverso l’astrazione e rispetto alla sua opera afferma: "Ho cercato di rappresentare la libertà, qualcosa di estremamente difficile da realizzare. L’ho fatto alternando forme fredde, geometriche, rappresentative della realtà statica in cui viviamo, a forme calde, metafora di libertà".

Dietro alle molteplici tecniche utilizzate, si staglia la piazza di Pistoia, ‘la cornice in cui è racchiusa la street art degli artisti’ – come la definisce Korvo – e dopo ieri, anche un luogo di scambio culturale e di amicizia. Un’amicizia, ribadita anche dallo stesso sindaco Tomasi che alla presenza della delegazione ceca composta dal sindaco, Renata Zajícková; dal vice-sindaco di Praga 5, Lukáš Herold; dalla direttrice dell’Istituto Culturale ceco di Milano, Simona Calboli e dalla direttrice dell’Istituto Culturale ceco di Roma, Petra Brezáckova, ha dichiarato: "non siamo qui a cuor leggero, le notizie a cui siamo sottoposti quotidianamente ci ricordano l’emergenza della guerra. È grazie ad iniziative come questa se possiamo ancora parlare di amicizia. Un concetto non scontato in questo delicato momento storico. La nostra è un’amicizia nata dall’amore per la cultura e sarà proprio quest’ultima il motore di un legame - quello instauratosi tra Pistoia e Praga - che avrà, speriamo, risvolti turistici e commerciali".

Tra gli altri partecipanti anche l’assessore al turismo e alle politiche giovanili di Pistoia, il presidente della Fondazione Eleutheria, Francesco Augusto Razetto e i curatori della mostra Andrea Cosentino, Simona Chytrová, Ottaviano Maria Razetto e Genny Di Bert.

Giulia Russo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?