Cinesi e russi premiano l’Abetone. Attesa per la neve a Capodanno

Ristoratori soddisfatti per la rinnovata ondata di turisti stranieri che non hanno avuto paura di spendere. Si attende l’annunciato calo delle temperature per poter sciare

Gli appassionati sperano in un Capodanno sulla neve (foto di repertorio)

Gli appassionati sperano in un Capodanno sulla neve (foto di repertorio)

Montagna Pistoiese, 28 dicembre 2023 – Un buon Natale per la ristorazione e soddisfazione anche nel settore alberghiero. Il primo a riassumere i dati è Davide Gavazzi dall’Hotel Regina dell’Abetone.

"Abbiamo lavorato bene anche dopo Santo Stefano. Anche se si trattava di un giorno lavorativo, nelle festività il ristorante ha fatto sempre il pieno. L’albergo ha avuto un risultato meno importante, ma comunque decisamente migliore di quello dello scorso anno. La clientela è stata soddisfatta appieno, sia quella italiana che quella estera, la presenza è divisa al 50%. Abbiamo avuto una importante presenza di escursionisti cinesi che da ormai sette anni garantiscono una presenza costante del fine anno. Non è mancata neppure quella russa, si tratta di una clientela consapevole e composta da attenti conoscitori dei prodotti, a partire dai vini fino ai cibi, si tratta di persone che scelgono con cura quello che ordinano e non hanno timore di spendere qualcosa in più per un prodotto di livello superiore. Per quanto riguarda le piste bisogna fare un grande ringraziamento a Alino Bonacchi e Giampiero Danti, persone che trasformano la terra in neve, l’Abetone senza loro non sarebbe lo stesso. Veramente c’è da essere soddisfatti".

Diversa la situazione di Cutigliano: "Per Natale praticamente non abbiamo avuto lavoro – racconta Solange da Villa Patrizia – il ristorante è chiuso per mancanza di personale, abbiamo l’albergo completo per l’ultimo dell’anno, ma per due soli giorni, poi scende la notte. Se non nasce un progetto per rilanciare un tipo diverso di accoglienza, credo che non ci sia futuro. Diversa la situazione della struttura che abbiamo ad Abetone. Dopo tante prenotazioni, sono arrivate diverse disdette per paura che mancasse la neve, ma il saldo è comunque positivo e il risultato accettabile".

Rolando Galli , presidente della Saf: "Compatibilmente con l’innevamento, l’andamento del Natale è stato come previsto, un importante afflusso di escursionisti cinesi, come tradizione. Abbiamo tenuto aperte le piste che è stato possibile innevare e il risultato è stato accettabile. Aspettiamo un calo delle temperature per sciare al meglio alla fine dell’anno". Alla Doganaccia si parla di un buon risultato da parte dei noleggiatori: "La voglia di sciare è forte, se la temperatura scende di quel poco che ancora manca per far nevicare abbondantemente, potremo iniziare a parlare di un’ottima stagione. Dal nostro punto di vista ci aspettiamo una fine dell’anno molto buona".