Antonino Asta
Antonino Asta

Piacenza, 16 marzo 2019 - Una vera beffa per la Pistoiese. A partita quasi finita il Piacenza ha conquistato i tre punti grazie a un calcio di rigore in pieno recupero. E la croce di questa sconfitta va in gran parte addossata al portiere Pagnini, autore di un grande errore (si è fatto scavlcare da una palla innocua) che ha costretto poi Cagnano a stendere Di Molfetta. Rigore ed espulsione, dal dischetto Ferrari non sbaglia. Risultato bugiardo, ma così va il calcio.

Il tabellino:

PIACENZA (4-3-1-2): Fumagalli; Corsinelli, Bertoncini, Pergreffi, Barlocco (28' st Cauz); Marotta (39' st Perez), Porcari, Corradi; Nicco (16' st Sestu); Ferrari, Terrani (16' st Di Molfetta). In panchina: Calore, Calzetta, Sylla, Corazza, Bachini. Allenatore: Franzini

PISTOIESE (4-3-3): Pagnini; El Kaouakibi, Ceccarelli, Dossena, Cagnano; Regoli, Picchi (33' st Petermann), Luperini; Fantacci (41' st Terigi), Momenté (22' st Fanucchi), Forte (22' st Piu). In panchina: Meli, Tartaglione, Vitiello, Cellini, Romagnoli, Sallustio, Llamas. Allenatore: Asta

Arbitro: Marcenaro di Genova 6.5

Marcatore: 47' st Ferrari (rig.)

Note: Spettatori: 2232 (una ventina gli ospiti). Incasso: 4225 euro. Espulso al 46' st Cagnano per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Momenté, Forte, Porcari, Regoli. Angoli: 12-3. Recupero: 0', 5'.