Per Pippo Pancaro e gli arancioni nuova delusione
Per Pippo Pancaro e gli arancioni nuova delusione

Carrara, 15 settembre 2019 - I soliti noti colpiscono e affondano la Pistoiese: Tavano e Maccarone, ancora voi. La Carrarese così batte, 2-1, la Pistoiese in rimonta, rimandando ancora una volta l’équipe allenata da Pippo Pancaro. È il derby delle squadre in fieri, in divenire. Formazioni alla ricerca della propria identità (ma la Carrarese, alla fine, parrebbe averla trovata). Pistoiese con, in ordine numerico, Pisseri, Terigi, Dametto, Valiani, Gucci, Falcone, Llamas, Bortoletti, Vitiello, Stijepovic e Ferrarini, Carrarese che risponde con Forte, Mignanelli, Murolo, Tedeschi, Damiani, Bentivegna, Foresta, Pasciuti, Infantino, Ciancio e Valente. Diverse defezioni da ambo le parti. Se Pancaro deve rinunciare a mezza difesa, con Capellini febbricitante in panchina e Camilleri squalificato, Baldini fa a meno, almeno inizialmente, di Maccarone, Tavano e Caccavallo, che partono dalla panchina.

Arancioni con Dametto dal primo minuto in retroguardia e Vitiello a comandare il centrocampo, mentre Bordin, reduce da infortunio, si accomoda accanto al tecnico Pancaro. E i guai fisici aumentano. Al 3’ Pasciuti è costretto a uscire dal terreno da gioco per un infortunio muscolare: lo sostituisce Cardoselli. Due minuti più tardi il primo affondo: traversone di Valiani, colpo di testa di Vitiello, con il pallone che colpisce la traversa. È il preludio al vantaggio orange: al 6’, infatti, Damiani commette fallo di mano in area di rigore sugli sviluppi di un cross di Valiani: Falcone trasforma il conseguente penalty. Pistoiese subito vicina al raddoppio: al 7’ è Gucci a scheggiare la traversa. Al 9’ primo timido tentativo dei padroni di casa: Bentivegna incrocia, ma la sfera termina fuori dal campo. Pian piano la Carrarese reagisce al veemente avvio ospite.

Ma è ancora la Pistoiese a rendersi insidiosa. All’11’ conclusione di Bortoletti, ma il portiere para distendendosi a terra. Sessanta secondi più tardi, infortunio muscolare per Stijepovic, rilevato da Spinozzi. Al quarto d’ora Dametto, con un bel colpo di testa nei sedici metri, salva la Pistoiese. Al 20’ ennesimo contrattempo: Gucci alza bandiera bianca – guaio muscolare – e viene sostituito da Morachioli. Al 27’ la lista degli infortunati si allunga: esce Bentivegna, entra Caccavallo nella compagine apuana. Al 29’ Morachioli lascia partire un tiro a girare, che però non impensierisce l’estremo difensore. Al 37’ show di Baldini, che prende la palla in campo rimediando un cartellino giallo da parte del direttore di gara. Al 42’ gran palla di Morachioli per Spinozzi, che in piena area non è reattivo. Al 43’ Pisseri ipnotizza Infantino, respingendo la conclusione ravvicinata.

Vantaggio arancione meritato, anche se gli infortuni in attacco pesano. Baldini prova a scuotere i suoi, inserendo a inizio ripresa Maccarone e Tavano per Infantino e Caccavallo. Nella Pistoiese entra Bordin per Vitiello. Attacca a pieno regime la Carrarese, ma non si registrano occasioni nei primi 6, 7 minuti di gioco. All’8’ annotiamo sul taccuino una girata di Tavano deviata in angolo. Ma all’11’ ecco quella che potrebbe rivelarsi la svolta dell’incontro: gli apuani trovano il pari. L’arbitro, infatti, decreta un penalty per fallo di Bortoletti su Damiani nei sedici metri: Tavano realizza l’1-1. Al 19’ si torna a vedere la Pistoiese in avanti: Ferrarini serve Bortoletti, triangolo con Valiani e botta del centrocampista, ben intercettata da Forte.

Al 21’ ammonizione per Spinozzi. La Carrarese cresce, intensificando la propria azione offensiva, la Pistoiese arretra pericolosamente. Al 28’ Maccarone conquista una punizione dal limite: calcia Tavano, ma Pisseri è attento e para. Ma pochi secondi dopo Pisseri commette un’ingenuità (in collaborazione): batte una punizione verso Bordin, Foresta gli ruba la palla, la porge a Maccarone che segna a porta vuota. Entrano Cerretelli e Viti per Morachioli e Valiani: le mosse di Pancaro. Viti viene tosto ammonito. La Pistoiese prova a rialzare la testa, ma non ci riesce. Termina con un’altra sconfitta sul campo di Carrara. La classifica non si muove, ma a voler pensare sempre e comunque positivo qualcosa di buono c’è. Certo, dovrà tramutarsi prima possibile in punti, altrimenti…

Gianluca Barni