L’identikit del nuovo diesse. Da Football Manager alla Torre

Davide Vaira, ex giocatore e direttore sportivo, passa da Football Manager alla poltrona del Pisa. Con esperienza a Modena, ora punta ai playoff con il club nerazzurro.

Davide Vaira, direttore sportivo

Davide Vaira, direttore sportivo

Pisa, 23 giugno 2024 –  Da Football Manager alla poltrona di direttore sportivo. La storia di Davide Vaira, in attesa dell’ufficialità come direttore sportivo nerazzurro passa anche dal celebre videogioco che, come spesso è accaduto nel mondo del calcio, è servito in parte per indirizzare la sua vocazione. Una confidenza che lo stesso Vaira fece qualche anno fa, in una vecchia intervista: "Il ricordo dei miei pomeriggi adolescenziali è Football Manager, ad ogni ora del giorno, anche quando giocavo a calcio. Con quattro ore di allenamento e poi tante carriere al computer - aveva rivelato il tecnico ai tempi del Siena, quando era coordinatore tecnico del team toscano -. Ci mettevo di più ad iniziare che a giocare una partita. Mi sceglievo tutto l’organigramma, dallo staff tecnico a quello medico. Stavo attento minuziosamente al budget, mi avanzavano sempre i fondi". Una passione che condivide con Giovanni Corrado che, da anni, ha quella voglia di fare calcio un po’ diverso, quasi come se il Pisa stesse disputando una lunga partita a Football Manager, disputata chissà, proprio dallo stesso direttore generale nella vita reale, da grande appassionato qual è stato in passato del videogioco e da giocare adesso a quattro mani, con Davide Vaira.

La società nerazzurra la conosce bene l’ex direttore del Modena perché negli ultimi anni spesso si è interfacciato con il Pisa facendo qualche affare di mercato. Non solo lo scambio Gliozzi-Bonfanti, nel corso della finestra di mercato dello scorso inverno, ma l’anno prima anche l’affare Ionita in prestito, oltre all’arrivo in nerazzurro di Gargiulo, rimasto sotto la Torre Pendente per soli 6 mesi. La carriera di direttore di Vaira è stata in costante crescita. Una stagione a Rapallo dopo il ritiro, quindi quattro anni a Siena, prima come direttore tecnico e poi come diesse. A Modena infine gli ultimi tre anni, iniziati con la promozione in Serie B nel 2021-22, da primi del girone, con la conquista della Supercoppa, e poi due decimi posti in cadetteria, con vista playoff, sfuggiti sempre di pochissimo. Ora Vaira è pronto a iniziare la sua nuova avventura con il compito, insieme a Inzaghi e Giovanni Corrado, di portare il Pisa ai playoff e allestire una squadra molto competitiva, ma anche sfoltendo la rosa di alcuni rami secchi che prima dovranno essere ceduti.

Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su