Leverbe, De Vitis e Caracciolo rinnovano. Così nessun nerazzurro ora è in scadenza

Tris di nuovi contratti per elementi della ‘vecchia’ guardia. Un capitolo che si interseca con le strategie del mercato di gennaio

Leverbe, De Vitis e Caracciolo rinnovano. Così nessun nerazzurro ora è in scadenza
Leverbe, De Vitis e Caracciolo rinnovano. Così nessun nerazzurro ora è in scadenza

Gennaio si avvicina e con esso il calciomercato invernale. La società nerazzurra però ha già risolto positivamente alcune situazioni contrattuali che, fino a pochi giorni fa, sembravano essere ancora un punto interrogativo. Da quanto emerge infatti determinati giocatori in scadenza avrebbero prolungato il proprio contratto con il Pisa fino al 2025. Si tratta di due elementi della vecchia guardia, Antonio Caracciolo ed Alessandro De Vitis, oltre a Maxime Leverbe. Tutti e tre avevano un contratto fino al 2024 mentre hanno avuto un rinnovo fino al giugno 2025. Restano quindi soltanto due giocatori in scadenza (al di là dei prestiti con diritto di riscatto Barbieri, D’Alessandro e Valoti), ovvero Gaetano Masucci e Miguel Veloso. Il primo ormai verso il finale di carriera, con la sua ultima annata, già annunciata, in nerazzurro prima di appendere le scarpette al chiodo. Il secondo invece è giunto a Pisa pochi mesi fa con un contratto annuale.

La situazione contrattuale dei giocatori di proprietà da alla dirigenza la possibilità di poter gestire con maggiore facilità la finestra di calciomercato in arrivo. Prima di questa stagione il Pisa non aveva mai chiuso a 18 elementi la lista di giocatori over, mentre questa volta, nel corso dell’estate, la lista è stata completata. Ciò significa che per acquistare sarà necessario cedere.

Ma chi cedere e soprattutto dove acquistare? Il primo candidato, al di là delle smentite, a poter essere annoverato tra i potenziali calciatori in uscita è Adam Nagy. Il suo contratto scade nel 2025 e Aquilani ha chiuso la porta a qualsiasi discorso relativo al mercato prima della conferenza stampa contro il Brescia, schierandolo anche in campo nella ripresa. Da Spezia però continua a tamburellare un insistente potenziale interesse da parte dei liguri di D’Angelo per il calciatore. In avanti Ettore Gliozzi è tornato nel mirino di alcuni club. Dicembre sarà un mese fondamentale per capire se il giocatore si adatterà al metodo di Aquilani, potendo restare in squadra, oppure potrà essere ceduto per far spazio a un altro attaccante. In difesa invece il rendimento di Leverbe è al di sotto delle aspettative, mentre Caracciolo non è ancora al top.

Il primo potrebbe anche essere ceduto in prestito, così come Hermannsson che sta trovando pochissimo spazio in squadra. Il rinnovo contrattuale dal francese potrebbe favorire un prestito, ma qualunque valutazione sarà fatta nel corso del mese di dicembre. Statistiche alla mano, visti anche i difetti della squadra, al Pisa servirebbe un nuovo leader difensivo, un centrocampista vice Marin e un attaccante capace di segnare con continuità. Difficile che in avanti possa partire Moreo, mentre Torregrossa rimarrà in nerazzurro se sarà fisicamente integro. Tanti sono i nodi da sciogliere anche per il tecnico Aquilani e nelle prossime settimane si terrà, come già avvenuto in passato, un meeting con Stefanelli e Corrado per capire le strategie da seguire a gennaio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su