L'esultanza di Mannini a Carrara
L'esultanza di Mannini a Carrara

Pisa, lunedi 7 dicembre 2015 - Lo ha richiamato all'ordine pubblicamente e in modo tutt'altro che tenero dopo l'ingenua espulsione rimediata due settimane fa con il Siena e che tagliò definitivamente le gambe al tentativo di rimonta contro i bianconeri . Però lunedi sera a Pontedera mister Gattuso riconsegnerà una maglia da titolare a Daniele Mannini, che ha scontato i meritati due turni di squalifica, e torna a disposizione proprio in occasione di quello stesso derby in cui due anni fa toccò, probabilmente, il punto più alto dei sei mesi in maglia nerazzurra siglando anche l'unica rete personale di quella stagione. Fra i tanti dubbi, infatti, l'impiego di Mannini è una delle poche certezze: se sarà 4-3-3 l'esperto giocatore di fascia fungerà da esterno mancino d'attacco, mentre in caso di 4-4-2 arretrerà di una manciata di metri giostrando da laterale sinistro di centrocampo.

Riparte da Mannini, dunque, il Pisa che a Pontedera tenterà l'assalto alla terza vittoria consecutiva per mettere a tacere, almeno per qualche ora, le vicende societarie e conquistare tre punti che potrebbero anche consentirgli di avvicinarsi ulteriormente alla vetta. Senza dimenticare, ovviamente, dall'uruguaiano Varela, baluardi inamovibili di una squadra che ha cambiato, spesso, assetto senza quasi mai perdere l'orientamento. Le “quasi certezze”, invece, sono Brunelli fra i pali e Ricci e Verna in mediana, con Rozzio e Lisuzzo di nuovo in coppia al centro della difesa: il capitano, infatti, rientra dopo aver scontato un turno di squalifica e l'ex Novara sembra essersi lasciato alle spalle la fastidiosa contusione che lo aveva costretto a chiedere la sostituzione nel derby con la Lucchese. Se così fosse Crescenzi, comunque più che positivo negli ultimi due turni, tornerebbe ad accomodarsi in panchina.

Il resto, almeno per il momento, è un grande punto interrogativo cui sarà data risposta solo dopo gli ultimi due allenamenti all'Arena Garibaldi, ossia quello di oggi pomeriggio e domani mattina. In avanti, però, crescono le quotazioni dell'albanese Cani, leggermente in vantaggio rispetto a Lupoli e Montella. I due laterali difensivi, invece, dovrebbero essere Fautario e Forgacs con il serbo Golubovic candidato ad una maglia da titolare come esterno di centrocampo solo qualora Gattuso opti per un centrocampo composto da quattro elementi. Se, invece, gli interpreti del reparto saranno soltanto tre il ballottaggio sarà fra Sanseverino e Provenzano. Fra tanti dubbi, due certezze arrivano dall'infermeria: Di Tacchio ancora fuori e Polverini forse in panchina ma solo per tornare a respirare il clima campionato.