Il Tettuccio di Montecatini Terme
Il Tettuccio di Montecatini Terme

Montecatini Terme, 24 novembre 2020 - Guild Living, la società inglese interessata ad acquistare i beni immobili delle Terme in vendita, per realizzare un progetto dedicato agli anziani, potrebbe presentarsi alla città questa settimana. Cosa sappiamo al momento di questo gruppo britannico e soprattutto cosa potrebbe fare a Montecatini? Guild Living ha sede a Londra, in One Coleman Street, dove si trova anche la società controllante, Legal & General Later Living Limited, che dichiara di essere titolare di più del 75% del gruppo impegnato in progetti per la terza età. Ancora più sopra, sempre allo stesso indirizzo, c’è Legal & General limited, che dichiara di possedere oltre il 75% della controllante di Guild Living. Le quote dichiarate potrebbero essere anche maggiori, visto che il sistema camerale della Gran Bretagna prevede solo quattro caselle e quella con scritto “oltre il 75%” indica il valore più alto. La Legal & General limited si occupa a livello internazionale di fondi pensione e gestioni e investimenti di capitale. Guild Living è stata fondata nel 2018 da Micheal Eggington, attuale amministratore delegato, ed Eugenio Marchese, direttore per l’innovazione e il design. Quest’ultimo, di nazionalità italiana, è titolare di uno studio di architettura, che si è occupato di molte progettazioni per conto della società interessata a Montecatini. Guild Living è passata dal capitale sociale di una sterlina del 2018 a quello di 100 nel 2019.
La normativa britannica, infatti, consente di costituire società con maggiore facilità rispetto a quella italiana. Non sappiamo ancora cosa la Guild Living voglia fare a Montecatini di sicuro c’è che in Gran Bretagna ha deciso di avviare un piano complessivo destinato alla realizzazione di alloggi per la terza età, con un investimento da due miliardi di sterline. A Walton on Thames, nel Surrey, la commissione urbanistica ha raccomandato il diniego a un progetto per la realizzazione di 193 alloggi, con un investimento da 100 milioni di sterline. La decisione è stata presa dopo alcune proteste da parte dei residenti. A Bath, Guild Living vorrebbe realizzare 317 appartamenti e ha presentato la richiesta per ottenere i relativi permessi urbanistici. L’associazione Bath Heritage Watchdog ha espresso dei dubbi in merito al progetto. A Epsom, nel Surrey, la società ha ricevuto il permesso per costruire 300 appartamenti. I lavori, pandemia permettendo, dovrebbero iniziare a febbraio 2021 ed essere completati a inizio 2024. Alcuni cittadini hanno protestato anche in quel caso. A Uxbridge, a Londra, Guild Living vorrebbe costruire 200 appartamenti, con un investimento di 130 milioni di sterline. E’stato acquistato un terreno a cui è seguita la richiesta di permesso a costruire.
E’ un dato di fatto che la popolazione della Gran Bretagna stia sempre più invecchiando: Guild Living è nata proprio allo scopo di offrire soluzioni abitative in questo contesto. Gli appartamenti saranno affittati a lungo termine. Gli acquisti dei lotti dei terreni, tra l’altro, vengono curati da Legal & General Limited. La controllante diretta di Guild Living, tra l’altro, è azionista di maggioranza anche di Inspired Villages, società che si occupa di realizzare dei veri e propri villaggi dove vanno a vivere anziani, a differenza della consorella, che costruisce appartamenti in centri urbani già esistenti. La società inglese, in risposta al bando che metteva in vendita quasi tutti gli immobili delle Terme, tranne Tettuccio e Redi, ha risposto con una manifestazione di interesse, senza vincolarsi all’acquisto. Guild Living, infatti, attende una precisa garanzia di tipo urbanistico per poter realizzare un progetto simile a quelli che sta portando avanti in Gran Bretagna. In caso di accordo, non si esclude anche una revisione dell’attuale Piano strutturale di Montecatini, con variazioni nella pianificazione già prevista.
Daniele Bernardini
Francesco Ugolini