Moglie minacciata di morte davanti ai tre figli, i vicini sentono le urla e chiamano i carabinieri

Montecatini, arrestato un uomo di 51 anni. Trovata in casa una pistola

Intervenuti i carabinieri
Intervenuti i carabinieri

Montecatini, 29 novembre 2023 – È accusato di maltrattamenti in famiglia, detenzione abusiva di arma clandestina e ricettazione. Sono queste le ipotesi di reato per le quali è stata disposta la custodia cautelare nel carcere di Prato per un uomo di 51 anni, arrestato dai carabinieri della Compagnia di Montecatini. Un altro caso di violenza e abuso nei confronti di una donna, che grazie alla prontezza degli uomini dell’Arma ha evitato di rimanere coinvolta in una situazione più grave. I militari, allertati da una telefonata giunta al numero di emergenza 112, sono intervenuti in un’abitazione privata, dove era stata segnalata una accesa discussione tra due persone, un uomo e una donna. Una volta sul posto, i carabinieri hanno iniziato gli accertamenti. Gli uomini dell’Arma hanno identificato la vittima, una donna 38enne di origine straniera, spaventata dalle azioni violente del marito, avvenute anche alla presenza dei tre figli minori della coppia. L’apparente situazione di calma trovata all’arrivo non ha convinto però i militari che si sono impegnati in modo rapido negli accertamenti sui fatti, convincendo la donna, dopo averla rassicurata, a confidare i ripetuti maltrattamenti subiti nel corso del tempo, almeno dal 2020, a causa della gelosia del marito, con continui controlli al cellulare, l’isolamento dagli amici e dalle amiche, nonché le ripetute minacce di morte. Intuendo la gravità della situazione, nel corso dell’intervento uno dei figli della coppia ha dichiarato ai carabinieri di aver visto poco prima, tenuto nascosto dal padre, un oggetto molto simile a una pistola, che l’uomo teneva occultata tra la cintura e i pantaloni.

Scattate immediatamente le ricerche, grazie a un’accurata perquisizione, l’arma (una Beretta calibro 9 con matricola abrasa, completa di munizioni) è stata rinvenuta in un capanno degli attrezzi, una pertinenza dell’abitazione. L’autore, è stato immediatamente arrestato in flagranza di reato, e successivamente trasferito nella casa circondariale di Prato, a disposizione dell’autorità giudiziaria. L’arresto è avvenuto pochi giorni dopo le celebrazioni della giornata contro la violenza sulle donne, un fenomeno che, purtroppo, rappresenta una grave piaga per il nostro paese. Ogni giorno compagni e mariti diventano i peggiori aguzzini delle persone che dicevano di amare, portandole in molti casi a una morte orribile. I carabinieri della Compagnia di Montecatini, intanto, proseguono l’attività di prevenzione e repressione dei reati contro la persona, non abbassando mai la guardia nelle situazioni dove le donne sono i soggetti più a rischio.