Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

"Le vie del cuore": la città sarà cardioprotetta

Domani la presentazione del progetto che prevede la collocazione di defibrillatori nelle strade principali. Grazie anche agli sponsor

In arrivo le colonnine salvavita in comodato d’uso gratuito al Comune
In arrivo le colonnine salvavita in comodato d’uso gratuito al Comune
In arrivo le colonnine salvavita in comodato d’uso gratuito al Comune

Con il progetto "Le vie del cuore" arrivano le colonnine salvavita in comodato d’uso gratuito al Comune di Monsummano. Le vie cittadine saranno dotate del Pubblico accesso al defibrillatore (Pad): questo l’obiettivo della Donne Distribuiscono Defibrillatori srl (Ddd), realtà aziendale capitanata dall’imprenditrice sarda Simona Buono, pioniera in Italia della divulgazione della cardioprotezione pubblica. Tutta la cittadinanza è invitata domani 14 maggio alle 9.30 nella sala Walter Iozzelli in piazza Giusti 128 a partecipare al corso propedeutico di primo soccorso tenuto da Maurizio Cecchini e Simona Buono. I partecipanti impareranno a riconoscere l’arresto cardiocircolatorio, a disostruire le vie aeree e a intervenire utilizzando il Dae, abbattendo tanti timori. Seguirà la consegna dell’attestato di First Responder a tutti i partecipanti. I defibrillatori saranno disponibili 24 ore per tutta la collettività, rendendo così il territorio comunale cardioprotetto. In questa occasione vi sarà anche la cerimonia di consegna dei Dae e i ringraziamenti ufficiali alle aziende che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione del primo progetto Pad a Monsummano da parte della amministrazione comunale. Il progetto "Le vie del cuore" unisce la sensibilizzazione dei cittadini alla sicurezza e alla tutela della salute attraverso un macchinario salvavita come il defibrillatore. I dati sono impietosi, come ha dichiarato il noto cardiologo Maurizio Cecchini, attualmente responsabile dell’ambulatorio cardiologico di Andrologia e Pediatria all’Aou di Pisa, nonchè fondatore della Scuola italiana gratuita di defibrillazione precoce. "L’installazione di un defibrillatore è sempre un’iniziativa eccellente – ha detto Cecchini – perché la morte improvvisa per arresto cardiaco è un problema reale. Pensate che le statistiche parlano di un morto ogni nove minuti, e spesso questo avviene in soggetti dal cuore sano. Non ci si fa caso, perché accade una volta a Pisa, un’altra a Cagliari, poi a Pordenone. E’ stato dimostrato che anche la prevenzione serve a pochissimo, poiché si riesce a identificare appena ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?