La presentazione di ieri alle Casciani
La presentazione di ieri alle Casciani

Montecatini Terme, 10 luglio 2020 - Oltre un centinaio di iscritti ai centri estivi, presentati alla scuola Casciani con il sindaco Luca Baroncini, la consigliera comunale Federica Rastelli, Lilia Bagnoli responsabile delle politiche educative e i rappresentanti delle cooperative che gestiscono i centri. "Questa è l’inaugurazione dei centri estivi partiti il 6 luglio – ha spiegato la consigliera Rastelli – che dureranno per tutto luglio e agosto. E’ un anno un po’ più difficile a causa del Covid. I bambini sono più di cento. Siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo non solo con i fondi già stanziati dal Comune, ma anche con quelli arrivati da Regione e Stato. I centri sono gestiti dalle cooperative Coeso e Pantagruel".
«I centri estivi – dice Baroncini – sono un servizio che la nostra città non ha mai fatto mancare. Dietro a questo lavoro c’è tanta passione, persone che operano non solo con la testa, ma anche con il cuore. Ho visto un grande impegno e una grande professionalità qui alle Casciani e nelle altre scuole, come Gambassi e Rodari. In epoca di Covid si adottano misure che né scontate, né semplici. La felicità dei bambini è la miglior risposta che si possa avere".
Baroncini ha illustrato i dettagli relativi ai centri: "Sono rivolti ai bambini dai 3 agli 11 anni, l’orario è dalle 8 alle 15 e c’è la mensa compresa. Vengono svolti nell’asilo nido comunale Giovanna Piattelli, alle Casciani, alle scuole dell’infanzia Rodari e Gambassi. I bambini potranno vedersi restituire un po’ di normalità, nel rispetto di tutte le precauzioni antivirus: sono stati formati piccoli gruppi con distanziamento e norme igienico- sanitarie. Sono stati predisposti gazebo e arredi. Le risorse sono così suddivise: 10mila euro di fondi regionali, 45mila statali e 60mila comunali. Il Comune ha quindi svolto una parte consistente: alle famiglie residenti a Montecatini i centri estivi costeranno 75 euro a settimana, compresa la mensa". Rastelli ha aggiunto: "Ci potrebbe ancora essere qualche posto libero, quindi si può provare a chiedere di partecipare".
Valentina Spisa