Boxe Pugilistica protagonista al “Festival dell’Oriente“. Il ricordo di Dino Galli

La Pugilistica Carrarese "Enrico Bertola" organizza tre memorial dedicati a Luca Gasparotti, Dino Galli e Umberto Franchi, per ricordare le loro grandi passioni per la noble art e i loro contributi alla società.

Oltre a Luca Gasparotti, sono dedicati anche a Dino Galli e Umberto Franchi i tre memorial che la Pugilistica Carrarese “Enrico Bertola“ organizza sul ring di CarraraFiere sabato prossimo, nell’ambito della due giorni del “Festival dell’Oriente“. Dino Galli è stata una figura di primo piano nella società gialloazzurra, con una grande passione per la noble art. "Era uno sempre presente e sempre disponibile – ricorda la Pugilistica – seguiva tutti i nostri atleti, dai più bravi a quelli con meno capacità, ma in uguale misura dedicava il suo tempo per qualsiasi problema o per un consiglio".

La carriera sportiva di Galli inizia nel 1946, all’età di 13 anni, e da quel giorno non si è più distaccato dal ring. "Discuteva spesso con maestri, preparatori e direttori sportivi, per dare loro l’input giusto, per risolvere qualsiasi problema tecnico o tattico, per spronarli allo scopo di avere il meglio da ciascuno, quando c’era da organizzare una riunione di boxe Dino era indispensabile, per montare il ring, per accompagnare pugili o dirigenti, per curare la parte burocratica". Umberto Franchi è invece stato presidente della società negli anni 1994-1995, un biennio che ha visto la Pugilistica brillare, conquistando sei titoli regionali, quattro interregionali, quattro finali nazionali e un titolo italiano.

ma.mu.