Una targa a Tre Casette ricorda l’uccisione di quattro giovani

A Massa, corteo in memoria dei 4 giovani uccisi nel 1944. Presenti autorità e associazioni per inaugurare una targa commemorativa.

Una targa a Tre Casette ricorda l’uccisione di quattro giovani

Una targa a Tre Casette ricorda l’uccisione di quattro giovani

Un corteo di persone ha raggiunto la località Tre Casette, sopra Forno, per rendere omaggio alla memoria dei 4 giovani che furono uccisi la mattina del 13 giugno 1944, durante il rastrellamento a opera dei fascisti della X Mas e delle truppe tedesche. Albano Fruzzetti, 20 anni, Pellegrino Fruzzetti, 35, Giuseppe Ulivi 21 (medaglia d’argento al valore militare) e Giulietto Federigi 22 anni, furono i primi a essere falciati in quella giornata che vide il massacro di 68 persone, oltre che 51 deportati nei campi nazisti. Presenti i gonfaloni del Comune di Massa, dell’Anpi e Fivl oltre che l’associazione Eventi sul Frigido, promotrice del progetto ’Memoria in Cammino’, condiviso con le associazioni. Tra musica e bandiere, il corteo ha raggiungo la località dove è stata inaugurata una targa alla memoria. Erano presenti l’assessore del Comune di Massa, Matteo Basteri, e il vice presidente del Consiglio comunale, Daniele Tarantino, i quali hanno evidenziato l’importanza di coltivare la memoria. Per l’Anpi erano presenti la presidente Elena Emma Cordoni, Nino Ianni e volontari, per la Fivl il presidente Giancarlo Rivieri. Hanno deposto un mazzo di fiori i parenti Elisa Fruzzetti e Luciano Alberti.