Sisma a Parma. Treni, interrotta la circolazione

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 è stata avvertita in Lunigiana senza causare danni. La zona è stata colpita da una sequenza sismica negli ultimi due giorni. La circolazione ferroviaria è stata sospesa per verifiche tecniche.

Sisma a Parma. Treni, interrotta la circolazione
Sisma a Parma. Treni, interrotta la circolazione

Una scossa di terremoto è stata avvertita ieri in provincia di Parma poco dopo le 13. Anche in Lunigiana è stata avvertita distintamente, soprattutto ai piani alti degli edifici, senza però far registrare alcun danno. La paura ha ’acceso’ i social, il sisma è stato registrato alle 13.06 con epicentro a 5 chilometri da Calestano, alle pendici dell’Appennino emiliano. La magnitudo, come certificato dall’Ingv, è stata di 4.1. Si tratta dell’ennesimo terremoto di una sequenza sismica che sta interessando la zona da due giorni con circa un centinaio di episodi.

Altre due scosse di terremoto di magnitudo 3.4 e 3.2 – insieme ad altre di minore entità – erano state registrate nella notte. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, i terremoti sono avvenuti rispettivamente alle 3.55 e alle 4.03 con epicentro il primo a 6 chilometri da Langhirano e il secondo a 5 chilometri da Calestano, la stessa identica localizzazione della scossa dell’ora di pranzo. Dalla mezzanotte sono già circa una ventina le scosse che hanno interessato la zona, di cui un’altra di magnitudo 3.4 avvenuta poco dopo la mezzanotte. Circolazione ferroviaria sospesa in via precauzionale dalle 13.30 tra Fornovo e Borgo Val di Taro, nel Parmense, sulla linea Pontremolese (Parma-La Spezia), per effettuare verifiche tecniche a seguito della scossa di Calestano. Come riporta il sito di Trenitalia - che ha attivato un servizio sostitutivo di autobus - è stato richiesto l’intervento dei tecnici per consentire la regolare ripresa del traffico sui binari. A seguito della sospensione i treni Regionali, possibili ritardi e cancellazioni o limitazioni di percorso.

N.B.