Mediterraneo: un’area aperta per tutti i cittadini

Si è concluso il percorso partecipativo sul destino dell’ex albergo.

Mediterraneo: un’area aperta per tutti i cittadini
Mediterraneo: un’area aperta per tutti i cittadini

Un concorso di progettazione per l’area dell’ex Mediterraneo. Con l’ultimo appuntamento del percorso partecipativo l’amministrazione delinea il futuro degli oltre 4mila metri quadrati dell’area dell’ex hotel. Al processo hanno partecipato anche gli studenti del liceo artistico Gentileschi, dell’istituto tecnico Zaccagna e della scuola media Buonarroti. "La nostra idea è un concorso per un disegno definitivo che dovrà rispettare requisiti ben precisi – spiega la sindaca Serena Arrighi –, dovrà prevedere un’area che sia completamente pubblica e aperta alla cittadinanza. La progettazione dovrà preveda il mantenimento del parcheggio sotterraneo già realizzato, aree verdi compatibili con la natura dello spazio su cui andremo a intervenire, ovvero una grande platea di cemento e infine che abbia una struttura polifunzionale che non potrà occupare più del 20-25% dell’area complessiva. Immaginiamo di realizzare un luogo che risponda in primis alle esigenze di under 30 e over 60 ovvero di tutti coloro che in questi mesi hanno più volte sottolineato la necessità di un posto a Marina dove poter studiare – conclude Arrighi – ma anche dove poter riunirsi, dove poter visitare una mostra temporanea o ascoltare una conferenza. Dovrà essere una struttura leggera e sostenibile, che abbia un impatto che sia minimo sull’ambiente circostante, ma grande sulla vita sociale del nostro litorale".